194

Buonasera a tutti..questa sera minnie scriverà una cosa serissima perchè sono veramente indignata come donna e come cittadina italiana per questo attacco sistematico, violento e anti-liberale alla legge 194.
Il nostro DOVREBBE essere, secondo la Costituzione, un paese laico, libero e democratico. Una legge approvata dal parlamento e confermata da un REFERENDUM ha detto che si può abortire in una struttura pubblica sanitaria dove eviti di morire con un ferro da calza nell’utero.
Adesso ci sono tutti questi papisti che saltano fuori come coniglietti bianchi a dire " eh no! mica va bene che le donne continuino a fare di testa loro…riprendiamoci in mano il controllo della loro vita..decidiamo NOI quando è giusto che una abortisca e quando no..mettiamo un pò di pretini nei consultori a caricare di altri sensi di colpa la poveretta che già ne ha di suoi…."…
Dove sono le donne in questo momento?..Non sento le voci indignate di quelle che avevano voluto fermamente questa legge, non vedo i cortei delle studentesse che ribadiscono giù le mani dal mio corpo…silenzio….la prestigiacomo lasciata lì in balia delle onde…silenzio…………….ruini che ha allestito una sua piccola corte e tutti, compresi quelli di sinistra, a leccargli il fondo della sottana…silenzio………
Già si staranno attrezzando quei medici che facevano aborti clandestini alle signore ricche..fuori i cucchiai d’oro…già si allestiranno cliniche galleggianti come per l’inseminazione..sempre per le ricche……….le altre torneranno al ferro da calza, al prezzemolo…..un gruppo sparuto tenterà di andare negli ospedali dopo aver superato le barriere dei moralisti dei vari movimenti per la vita….
Mi auguro che non succeda, mi auguro che si ritorni a far politica sul serio, a guardare i conti in rosso della bilancia dei conti con l’estero, a dare un’occhiata ad alitalia che và malissimo…l’aborto è fumo negl’occhi: il dramma vero è che tenteranno di andare fino in fondo…..
E noi, cosa faremo?
Cristina

Annunci

7 risposte a “194

  1. Uh. Non ti riconosco quasi in questa veste…mi piaci (anche prima)! Io non ho mai smesso di fare politica sul serio, nel mio piccolo, sulle barricate. Brava Cristina.
    🙂

  2. Sono sempre stato sospettoso nei confronti dei maschi che prendevano le parti delle donne. Preferivo tenermene fuori ragionando che non potevo capire fino in fondo il problema. Ma questa volta sono con voi, senza se e senza ma (perdonate questa banalità, ma è efficace). Non devono passare, vogliono farci tornare ad un’epoca di oscurantismo. Pensano che l’aborto sia un capriccio, e invece, ne sono convinto, è una sofferenza straziante, a qualsiasi età.
    Il Condor

  3. Noi uomini non potremo mai avvicinarci veramente a quello che possono provare le donne prendendo la decisione di ricorrere all’aborto, ma possiamo immaginare lo strazio che deve attanagliare una donna che abbia preso questa decisione.

    I sensi di colpa, spesso vissuti nella solitudine di sé stessi; la decisione di parlarne al compagno e comunque non sempre; la data che si avvicina e che arriva; la paura che si mescola al senso di colpa che nel frattempo é cresciuta; il dolore; il durante; il dopo.

    Ma cosa pensano? che una donna che arriva a tanto abbia bisogno di trovarsi alle porte del consultorio un moralista dell’ultimo minuto? un fanatico stipendiato dallo stato e aizzato dalla religione che cerca di opporsi ad una decisione sofferta, esclusivamente personale o, al limite, di una coppia?
    la donna É la garanzia della vita: cosa c’entra un prete o affine? e lo Stato deve istituire questo ultima barricata per ostacolare la scelta giá espressa di libertá di ogni donna, che una legge (una LEGGE!!!!) deve garantire?

    Tra l’altro, la 194 prevedeva giá nella sua stesura iniziale poi approvata, l’adozione di metodi farmacologici quando si fossero resi disponibili in alternativa, per ridurre il dolore e l’invasivitá dell’aborto.
    Ed invece che accade? che con l’assurda scusa della “mancata” sperimentazione tentano il blocco (stato+chiesa…o stato=chiesa?), come se una donna nata al di lá del confine anche solo di un centinaio di metri abbia caratteristiche cosí diverse da non poterla ritenere rappresentativa per i risultati attesi su una donna nata al di qua del confine.
    Se i 3 giorni sotto costante controllo é doveroso per il rispetto delle donne, altrettanto doveroso é usare la logica in un ambito scientifico e non etico.
    E chissenefrega se costa di piú!!! É vita! É la stessa vita di cui farneticano in Vaticano senza saper bene di che si tratta NEI FATTI!!!

    Scendano in piazza le donne ed i loro uomini! Lo facciano per garantirsi! Lo facciano per le loro figlie cui la vita non fará sconti, per le loro madri che han pagato piú salato il conto, per le nonne che non hanno potuto scegliere; per i figli che decideranno di far nascere, affinché possano farlo in un mondo un pó migliore perché un pó piú libero ed onesto.

    Non facciamoli arrivare, magari neanche iniziare, ma comunque reagiamo, smettiamola di nasconderci dietro il vuoto culturale e di ideali che ci costringe a guardare in tv la nostra vita che poi in fondo non é quella propinata. Dimostriamogli che se anche siamo un branco, lo siamo ma non di ignoranti ingenui e illusi e lo siamo uniti per il bene ed il rispetto di tutti.

    E basta con l’ingerenza della Chiesa. Gli paghiamo anche l’ICI: che stiano a casina loro e profondano fiducia nel domani a chi GLI crede, magari in quel domani da vivi e non da morti, di quel dopo che tanto non sappiamo se ci sará davvero.
    Hanno giá fatto saltare l’inseminazione, ci hanno provato con la pillola RU-xyz, ora attaccano un traguardo raggiunto col sangue che protegge la donna, la meternitá, la paternitá, e l’impossibilitá a tutto questo: B A S T A!!!

    …avrei un figlio di vent’anni…non smette di pensare ad un aborto neanche un uomo dopo vent’anni…
    Se non é pro-life questo…

  4. grazie..siete uomini un pò speciali…

    minnie

  5. Io veramente mi sono sempre stupito di come il referendum sull’aborto, in un paese come il nostro e a quei tempi, abbia potuto avere un esito favorevole. Mi ha sempre dato l’impressione che l’esito delle urne fosse piu’ maturo del paese che lo esprimeva. Direi che il tanto temuto declino dell’Italia e il conseguente rimbambimento delle nostre menti, comincia a dare i primi frutti, per cui il referendum oggi avrebbe esito diverso. Di conseguenza il rischio di tornare indietro e che la 194 venga abolita (messa in discussione lo e’ gia’ di fatto) e’ molto concreto.

  6. l informazione in primis è la nostra prima arma…

    dopodichè…le barricate D fronte al parlamento, nel cado D specie con delle cesoie in mano con dei cartelli: così non avremo + bisogno D pillole del giorno dopo, abortive o aborti…

  7. Ciao Minnie
    il tema è difficile e complesso perchè riguarda il nostro corpo, la nostra vita, ed i nostri figli ed in ultimo le nostre scelte.
    E sono cose che riguardano solo la persona ed io non faccio altro
    che sentire uomini parlare su questo tema, e che uomini? Uomini di chiesa che hanno fatto scelte radicali su temi come la castità, immagino le opinioni a riguardo sul resto.
    Non lo so perchè non urlo su questo, non te lo so dire, forse credo che è una cosa talmente personale che non mi va di spiattellare a dx e sx, magari in un altro contesto, forse ma adesso le polemiche sterili sono talmente tante che non mi va proprio di aggiungermi anc’io.
    Una sola cosa: al referedum per la procreazione assistita naufragato qualche mese fa i miei colleghi maschi mi hanno risposto che ra una cosa c he interessava solo le donne. Che indignazione e che impotenza la mia. Di tanto cerco di tirare fuori il discorso per abituarli a pensare in maniera diversa. E durà ed è poco lo so ma è meglio che niente.
    Ciao
    Clio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...