MORIRE COSI’…ALL’IMPROVVISO

Sono le 12.15 di un lunedì di pasquetta pieno di sole..sono da mia madre, le manca lo zucchero..io ne ho..telefonata sul cellulare…è morto Giorgio…come è morto Giorgio?…Si..stanotte, infarto secco..mi spiace dirtelo così di brutto ma sono al mare e dovevo assolutamente dirtelo in qualche modo.
Giorgio non era un mio grande amico. Però non vuol dire un cazzo..era una persona gentile, con gl’occhi azzurri che sorridevano al cielo…l’ho conosciuto la sera di capodanno..avevo scritto di lui, l’organizzatore della festa..io ste e roberto i valletti…da allora ci siamo sempre tenuti in contatto..una cena organizzata da lui al beerba…un’altra a casa sua per san remo..la casa con le pareti arancioni..ogni tanto giocavamo a flirtare..passava dal mio blog, lasciava un messaggio..benvenuto giorgio!…mi scriveva..ti porterò su una piazzola a ballare il liga…solo??…ma no anche per altro, signora dai mille colori…giochi carini tra persone grandi, che sanno che le loro vite sono altrove…ma lievemente sorridono e scherzano..
L’ ho abbracciato forte la sera di san remo…lui grande e grosso..mi ha sfiorato dolcemente i capelli..
Così…a 52 anni la sera di pasqua ti viene un infarto  e muori da solo nel letto di casa tua.
I suoi figli con le loro madri..nessuna donna con lui..118 che arriva tardi.
Destino.
Un bacio Giorgio. Sulle labbra. Ma è tardi.

Cristina

Annunci

8 risposte a “MORIRE COSI’…ALL’IMPROVVISO

  1. che tristezza…che sia in pace..

  2. sulla beffa di certi modi di morire ci ho riflettuto molto… soprattutto dopo la storia del mio coinquilino. forse hai provato anche tu la stessa sensazione di “paradossale” e di strana vicinanza mista alla razionale convinzione che in fondo non era un amico da una vita… eppure c’era un che. io un paio di sere – non di più, lo ammetto, ma u paio sì – ci ho perso qualche ora di sonno pensandoci su…

  3. miricordo quando hai presentato Giorgio…un apreghiera per lui e un abbraccio a te Cristina.
    mi rattrista sempre pensare auna persona che muore da sola.E’ banale, ma spero che Giorgio abbia sofferto il meno possibile.

  4. “Squadra vincente non si cambia”, disse a Cri, Roberto e me la notte di capodanno, lievi valletti di un grande maitre…
    …non basta mai il tempo.

  5. ho cercato e trovato un internet point perchè sapevo che avrei trovato questo e volevo esserci, in un modo o nell’altro.
    un filo così sottile a reggere le nostre vite, un colpo di forbici e via…

  6. mi dispiace.
    mi ricordo di giorgio…

  7. grazie a voi di esserci..di aver lasciato un pensiero..a d. di aver cercato un intrnet point, e questo la rende ancora più preziosa per me…per il gesto, per la mano allungata…un bacio bello..perchè noi siamo vivi.

    cristina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...