RITORNI…

..queste vacanze sono state anche ritorni..a roma, già detto..ieri  ho affrontato un piccolo fantasma che vive in un cassetto della mia memoria..di quelli che quando avrò l’alzaimer si chiuderanno per sempre..

Mancavo da torre pellice da sette anni..che chi non c’è mai andato manca da molto di più, per me che per quarant’anni o giù di lì ho passato estatiinverninatalipasque , è comunque un ritorno.

La casa è chiusa. Il cancello scrostato, con due catenacci  così ti venisse l’idea di appoggiare la mano alla maniglia la cancelli subito. Il giardino sembra quello della bella addormentata nel bosco : rovi, erbacce altissime, pini che si appoggiano gl’uni contro gl’altri, il salice striminzito, le rose altissime e senza fiori, le ortensie morte.

Per una serie di vicissitudini famigliari quella che era la casa di  campagna della mia famiglia fu acquistata dal padre delle mie figlie, e chiusa nel momento della nostra separazione.

Non c’è vita, non ci sono i giochi dei bambini sul prato, le finestre aperte, le sedie comode per leggere sotto le piante…solo un’aria di abbandono totale, di cattiveria gratuita , anche perchè non se ne capisce il senso.

Un domani, quando sarà, le mie figlie erediteranno una casa che non ha un senso, una logica : raccoglierò la moto di barbie e la cucina della fisher price, metterò in un scatolone i libri di storia di papà , e comprerò un bilocale al mare…che ti affacci e vedi l’orizzonte.

Oggi sono tornata a lavorare : con abbastanza voglia di fare, e una bella abbronzatura da piscina…

minnie-niente-ritorna-come-prima

Annunci

14 risposte a “RITORNI…

  1. Buon inizio di settimana, Cristina. Uno, due, magari dieci o venti respiri profondi, si lasciano alle spalle i ricordi (o almeno si prova) e si riparte…

  2. il bilocale al mare è molto chic zia minnie…vuoi mettere? ti affacci e sei sulla promenade des anglais, con gli zoccoletti di legno dipinti, i pantaloni alla capri e il cappello di paglia. guardeari il mare che lì è blu blu blu e magari con una bella montblanc scriverai su un quaderno ingiallito di quella volta che la cucina entrava e usciva dal garage, tra la moto di barbie e le pentoline che rotolavano giù dalle scale. Io credo che per certi ricordi l’unico posto libero sia in fondo ad una scatola e che non debbano mai più essere tirati fuori. Ma se casualmente – o anche no – ci capitano tra le mani, giochiamoci pure, tanto alla fine i sorrisi più belli ce li ha chi ieri è rimasto fuori da quel cancello.
    abbraccino-che-di-coccole-c’è-sempre-bisogno

  3. non condivido. Le case hanno un’anima e non mi è mai piaciuto tutto questo compravendere, consumare, gettare: robe da americani. E neanche tutti perchè i Kennedy le case loro se le tengono. La tua casa al mare, Minnie, è roba tua, un desiderio, un buen retiro, ma è tua anche la casa di tuo padre e sarebbe bello che la frequentassero le tue figlie con i loro figli.
    willy-inguaribile-romantico

  4. willy la casa è in campagna..quella al mare sarebbe solo mia..la casa in campagna è troppo grande per essere gestita da una sola persona con un reddito normale-basso ( 500 mq di alloggio e 2000 di giardino…), è una casa per una grande famiglia, che quattro gatti si perdono e mette una tristezza infinita.
    Se c’è una cosa che ho imparato in questa separazione vietnam è il separarmi dalle cose materiali…quello che ha rappresentato quella casa, e ancora di più quella di moncalieri dove ho vissuto 15 anni è dentro il mio cuore, dentro i miei ricordi, e quelli, vivadio, non li ruberanno mai.
    Lascia che si tenga oggetti che a lui non parlano, che non gli scaldano il cuore…sono oggetti morti, come lui.

    minnie-kennedyana

  5. hai tre figlie minnie e ti auguro tanti nipoti e nipotine, per loro la casa sarebbe un posto dove in parte si respira la famiglia e a volte si torna. giusto il distaccarsi dalle cose, è una bella lezione per me. il mio senso di continuità come per la Yourcenar, mi fa sentire ciò che è stato come importante e le case respirano ciò che è stato. sono i luoghi di accumulo di storie, passioni, affetti, guerre. Ciò che farai e ti farà stare bene è giusto.

  6. Io spero che le tue figlie ne possano rifare una “casa”.
    Oppure, più semplicemente, che abbiano modo di eleggerne una nuova.
    Baci.

  7. ciao Cri, osservo solo che se la casa non la usa è perchè è ancora tua, ok non ci puoi andare, ma nemmeno lui ha il coraggio di farlo, un giorno tu e le tue figlie la farete tornare quello che era, è vostra!

  8. La casa è dove sentiamo di aver lasciato un pezzetto di cuore, se lì non ti sembra che ci sia, sbarra il cancello e avanti!

  9. le tue figlie sono già delle stramiliardarie ereditiere, del tuo amore

  10. Certi ricordi esiastono solo in un certo momento poi passano al deposito della memoria, ne più ne meno di così.
    Ciao
    Clio

  11. Chi ha passato quei momenti profondamente tristi, e penosi, comprende quel tipo di sensazione che descrivi. Niente torna come prima, ma meglio di prima si. E ti ritengo: una- Minnie veramente-deliziosa.

  12. forse le donne hanno da sempre l’istinto della sopravvivenza per se stesse e per i propri figli..e sopravvivere vuol dire essere anche capaci a tagliare cordoni ombelicali (..la madre..) , che da quel pianto arriva la vita..e non è un caso che le donne che hanno risposto a questo post quello che penso io..
    la capacità di rinascere, di rinnovarsi…di chiudere con il passato e guardare al futuro…il futuro è anche 30 mq a nizza , e non 500 a torre pellice..
    stanotte ho sognato che un serial killer voleva uccidere una mia conoscente e io facevo di tutto per salvarla…prima o poi smetterò anche di credermi wonder-woman :))))
    buona giornata, ragazzini…

  13. io sottoscrivo la verzina e la pipuffina… home is where the heart is, come dicono n.kidman e r.williams in apposito video… gli immobili non si alienano a meno che non sia un ottimo investimento… e direi che questo lo è… e non c’è altro fiato da sgarare…
    any-anch’io-zoccoletti-blu

  14. “gli immobili non si alienano a meno che non sia un ottimo investimento… e direi che questo lo è”
    Vero, Any, è un investimento che Minnie fa in se stessa e per se stessa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...