via da qui.

Cosa vuol dire andare via di casa a ventidue anni per vivere con il tuo ragazzo?..me lo stò chiedendo da quando l’hai fatto.

Perchè siamo di generazioni diverse, e io amo capire. Quando andai via io, ero incinta di te..niente fedi, niente di niente..pancione con camillina, però ero già nella parte “moglie”. Mi ricordo che la sera che dormimmo per la prima volta ” di là” portammo a casa la tua carozzina..quella di tela rossa, interno a quadretti..

Tu invece sei andata via per gioco, per amore, con l’università da finire, tanto-lui-.vive-già-da-solo-e-lavora..e poi lavoro anch’io, perchè dobbiamo contare su noi stessi :)). La nonna ha già pianto il giusto, Allegra è contenta, Violetta se ne frega, che a quindici anni il mondo è il liceo e msn..la zia sabato ti porta da ikea a scegliere i piatti e bicchieri perchè-di-quelli.-siamo-scarsi…poi lui fa il cuoco e quindi pure cucina..tu mangi come un passerotto, magari diventerete amici dei vicini e regalerete piatti pronti.

Lenzuola ed asciugamani te li regala l’altra zia , la previdente-che-ha-fatto-il-corso-da-suor-germana e ne ha di intatti nell’armadio…speriamo non siano tristanzuoli come lei..

Io mi chiedo cosa debbo comprare…che sò..il frullatore?..no mammina, c’è già..ah..ferro? c’è..pure lo stendino..che è importante, lo stendino.

Non ti regalerò nulla, piccolina. Aspetterò il bisogno, la richiesta, natale, chissà.

Ti stò telefonando tutte le sere, e la tua voce è piena di allegria nel sentirmi..e poi stasera Allie è venuta da te che vi guardate un dvd e pizza mentre lui lavora.

Non ti racconto che tra dieci anni potresti vivere in un’altra città e stare in un’altra casa, che tra due mesi potresti essere stufa e tornare di qui, che non mi sento suocera-consuocera-genero- perchè non sono neanche mai stata una moglie, quindi mi mancano i rami parentali.

Sò che sarà un’esperienza importante per te, che adesso è un amore bello e grande, che la sera dormirete teneramente abbracciati, sorridendo e con le stelline negl’occhi…e nessuno, ma proprio nessuno ha il diritto di dire alcunchè. Neanche la tua mamma.

cristina

Annunci

20 risposte a “via da qui.

  1. brava cristina,

    vedrai che comunque vada questi momenti per loro saranno bellissimi, ed è quello che conta.

  2. ma sì, che bello, hanno fatto una scelta importante, di vivere insieme, non hanno avuto paura di provare…..è bellissimo. poi dicono che i ragazzi non se ne vanno mai di casa, non hanno autonomia, non si prendono responsabilità: vedi che non è vero? e poi sì, significa gioco e amore e anche questo è bello……

  3. si lo dovrei fare leggere a K. questo post…p da due anni che ci dobbiamo trasferire…e ancora facciamo avanti e indietro come due 16enni…che pure questa è una palla…
    precaria un po scontenta.

  4. ciao animapunk, penso di essere stata una mamma sui generis, nel senso che ho sempre detto alle mie bambine che avrei voluto che girassero il mondo perchè il mondo non è la casa in cui sei nato o la città alla periferia dell’impero. il mondo è anche un’altra casettina piccina dove andare a vivere con un ragazzino di ventiquattro anni, senza grandi progetti per il futuro, perchè si vive giorno dopo giorno…allegra fà sogni per quando arriveranno i soldi del padre (se) di andare a vivere per conto suo..e lei ha ventun’anni….non ho mai pensato di tenermele attaccate sempre con il bostik..forse perchè anch’io ho voglia di mondo.
    …fata-fiore…il fatto che lui vivesse da solo secondo me ha inciso molto..fosse stato il solito ragazzino universitario mantenuto da mammà non se ne sarebbe fatto niente. ..davide vuol diventare un grande cuoco, avere un ristorante suo..è ambizioso, si paga le rate del mutuo..
    e poi, tutto è sempre così imprevedibile :)))))
    buona giornata..che è giovedì, tredici settembre..imprevedibile, appunto.

  5. beh Minnie, bravissima per l’atteggiamento ed tanta felicità ai due colombi. Una piccola osservazione, con la certezza che sia superflua… ma non molla l’università, vero? 🙂

    Andy-suor-germana-mi-sta-sulle-palle

  6. bello… però continua a studiare, eh

  7. ma sì dai che continua a studiare, andrà tutto bene! E’ tua figlia, no? 😉 alla fine, molto dipende da come li abbiamo tirati su, questi figli: sai che anche il mio grande è già andato via, ed è felice e sereno, fa la sua strada, anch’io la pensavo come te.

  8. brava mamma, è vero, molti dicono che i figli non se ne vanno più da casa, e dall’altro lato ci sono mamme che cercano di ritardare il più possibile questo stacco, tu stai gestendo questa situazione in modo naturale e matura, e si vede tutta l’esperienza personale!!!

  9. viaggiosenzavento

    che mamma moderna che sei!!!
    buona fortuna a camilla.
    baci

  10. che bello leggere queste tue parole.
    è come leggere mia madre, anche se lei queste cose non le ha scritte.
    ho 23 anni, freschifreschidiagosto, e da 13 giorni vivo fuori casa.
    fa ridere?
    forse…

    ho deciso in meno di un mese. ho cercato casa (non troppo distante da quest’amore che mi fa gli occhi a forma di stelline) e un lavoro (che mi permette di mantenermi a stento, per ora-poi magari si peggiora anche)

    mia madre mi ha dato le lenzuola che teneva per i momenti belli, gli asciugamani nuovi, la tovaglia ancora incelofanata che aveva comprato per i regali di natale. mi ha dato un sacco pieno di verdure appena colte.

    siamo solo a due ore di distanza, e dire che sono stata molto molto più lontana, dall’altra parte del mondo, per molto più tempo.
    ma qua ci sono venuta per restare. per cavarmela da sola, per andare via dal nido, perchè a 23 anni è ora di salpare, di non avere cena pronta.

    ma non è mica sempre facile. i primi giorni poi sono stati terribile.
    lei non mi chiama tutti i giorni ma ci sentiamo sempre, in qualche modo.

    fa un poì paura lanciarsi dal bordo dello scoglio, anche se si è convinti di saper nuotare.

  11. ..auguroni a Camilla….

  12. e auguri anche a mantiduzza 🙂

  13. Auguri a Camilla… ma anche a te, Cristina, sarà un’esperienza cruciale anche per te, sicuramente. E mi associo a chi dice: non lasciasse l’università!! se no poi noi come magnamo??

  14. Posso farmi adottare?

  15. mi immagino questi due ragazzi e mi si intenerisce la coratella.
    che, poi, l’accoppiata amore/cibo mi sembra il massimo, vuoi vedere che Camilla comincia a mangiare tutte le cose buone che lui prepara?
    però lo so che sei un poco preoccupata, anche se fai la tranquilla.
    andrà tutto bene e sarà, in ogni caso, una bellissima esperienza.
    mi piace, bisogna sgrullare le ali e provarle e noi dobbiamo lasciarli andare.

    P.S. meno male che per me questo momento è ancora lontano (detto fra noi)

  16. Io a 22 anni mi sono sposata, con l’abitino bianco bello gonfio da tutti i lati. E sono contenta, nonostante tutto, nonostante il tempo. Quindi la prima cosa che mi è venuta in mente di scrivere letto il tuo post non la posso più dire perchè mi suonerebbe falso. “Certo è giovane a 22 anni per prendere una decisione simile” non mi rendo conto che non va bene. Però sento nelle righe uan certa ansia, certo avrebbe potuto aspettare ancora un po’, non che l’amore non si potesse vivere anche un po’ distanti….. Ma alla fine ognuno di noi ha un destino e volente o no deve percorrerlo, spero per la tua bambina che il suo sia bello e luminoso , spero … di mio aggiungo che forse risparmiare di pulira piatti e gabinetti può avere il suo vantaggio sulla passione, ma io ho 35 anni.
    Clio

  17. fa sempre un po’ strano, però. in ogni caso in bocca al lupo a camilla. e, se serve a qualcosa, io convivo con lo zdoro e mi sono laureata a maggio. anche grazie a lui. un bacio

  18. Grazie mamma per il bel post che mi hai dedicato e che come al solito mi ha commosso!Voglio assicurati che i miei obbiettivi(laurea e scavi)sono sempre gli stessi e che mi sto impegnando tanto per perseguirli e portarli a termine!Le stelline ci sono davvero e brillano sempre nonostante il letto da rifare tutte le mattine,i piatti(pochi)nel lavello e le lavatrici da fare perchè nonostante tutti i corredi promessi gli asciugamani non bastano mai…Se devo essere sincera non faccio tutto io perchè quella santa donna della mamma di davide gli ha insegnato che la donna non è una colf a tempo pieno e che le sue sante manine non servono solo per cucinare…Non nego che le sere che sono da sola,che aspetto che davide torni da me venga assalita da un pò di nostalgia….in fondo penso che sia normale,ho vissuto sempre circondata da te,dalla nonna e dalle sorelle,sempre sotto l’ala protettiva di qualcuno e adesso,ogni tanto,mi sento un pò smarrita…ma ho deciso di provare a volare da sola!Ci riesco anche perchè so che ho il tuo appoggio e il tuo aiuto.ti voglio bene mamma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...