AMARSI UN PO’…per quelli che c’erano

mi piacerebbe l’ascoltassi questa canzone. con attenzione. parla dell’amarsi un pò. i più giovani non l’avranno mai sentita, forse..

amarsi un pò è come bere, più facile è respirare..avvicinarsi un pò, e non lasciarsi mai, impaurire no…amarsi un pò è un pò fiorire, aiuta sai a non morire..senza nascondersi, manifestandosi…si può eludere la solitudine. Però volersi bene è difficile quasi come volare..ma quanti ostacoli, e sofferenze e poi…per diventare noi.

Manuela ha scritto che lei non si ama , ma ama molto..e io mi chiedo se si possa amare sul serio qualcun’altro se non si ama se stessi.

Buona serata, che di risposte non ne ho…sono solo canzonette da blog :)))

Minnie-mouse

Annunci

14 risposte a “AMARSI UN PO’…per quelli che c’erano

  1. no non si può amare nessuno se non si ama prima sè stessi. Ho poco certezze ma consolidate.

    Io so cosa significa amarsi un po’ … meno male.
    Ciao
    Clio

  2. Ho voglia di assoluto, di esclusivo, sono stanco di tutto questo liquido che quando cammino trabocca e spande. Amori seri, sostanziosi, per amarsi molto, perchè a nessuno basta un pò per davvero… Ti ho scritto l’inizio del mio post che da tempo mi ribolle dentro, come questa voglia che la felicità sia qualche volta raggiungibile. Così per stare terra terra, Minnie
    willycochesenzabipbipnonsaachimetteretrappole

  3. ecco. che willy ha dettato le sue regole : tutti belli schierati, che di amori del cazzo non se ne può più. Solo amori grandi, bellissimi, di quelli che ti sversi già alla mattina alle 8 al solo pensarci. Però, io, da un amore così voglio un anello con scritto dentro TUO PER SEMPRE…se no CICCIA :)))))))

    bacibelli, và..che se si ride pure..

    bentornata clio :)))

  4. io non so. mi affido alla vostra saggezza. amarsi tra sé e sé o amarsi tra due sé? o forse è la stessa cosa. se ti ami riesci ad amare? ops… sono entrato in loop…

  5. ecco una di quelle occasioni in cui una non dice con orgoglio “io c’ero”……;-) che non è che sto male ma insomma avere 30 anni di meno non sarebbe male………
    certo che lo vogliamo tutti un amore assoluto grande coinvolgente anzi di più che ti toglie il respiro e felice e soprattutto eterno perchè no poi non dovrebbe essere meraviglioso ed eterno? che ti svegli al mattino e ce l’hai vicino e ridi insieme e ti baci e fai colazione e quando torni a casa torna anche lui……
    è che magari non ci si riesce, e allora va bene anche amarsi un po’, ti scalda il cuore anche quello……

  6. il ridere è compreso nel rapporto sentimentale, il brutto è essere leggeri e non riuscire a ridere. Da parte mia nessuna regola, Minnie, solo necessità personali. Le altre, tutte legittime, tutte belle, tutte spero con l’aspirazione alla felicità. Momentanea, permanente, consapevole, fulminea: come viene dal supermercato individuale della felicità. Ma che almeno la felicità sia nel prezzo. Comunque hai ragione, un amore, importante o leggero che sia, l’anello lo mette al dito, non al naso ed è un rapporto tra pari. Poi bisogna dare un nome alle cose Battisti lo faceva a modo suo, eludendo e parlando d’altro. Come diceva lui, per non soffrire troppo. Come fosse possibile regolare gioia e sofferenza.
    E comunque alla fine mi faccio una bella risata, a partire da me naturalmente. :))

  7. io c’ ero…
    anzi mi devi un caffè!
    🙂

  8. anch’io c’ero eccome se c’ero…..

  9. va a finire che c’eravamo tutti. Giovani d’autan

  10. mi sà che adesso comincio a mettere la musica dei ragazzini..così non facciamo più la conta dei io c’ero..e ABBASSIAMO LA MEDIA ETA’ :))))

    ma poi chissssseeeenneeffrregga….io a trent’anni ero peggisssssimo :))))

    baci-sotto-la-pioggia

  11. da noi c’è un locale dove passano solo musica stile “boulevard nostalgia”…

    noi lo chiamiamo il “club dentiera”…

    (ma c’è anche il Torrione, dove suonano fantastici gruppi Jazz )

  12. E pensare che Lucio era fascista, e noi non lo sapevamo…

    Sul fatto di amare senza amarsi, che ti devo dire? In un certo senso l’ho fatto, non che non mi amassi, ma mi mettevo un po’ dietro… poi sono risalito faticosamente ed oggi penso che non vorrei che ne’ io ne’ chi mi sta davanti (quando c’è!) vedessimo la coppia come un riparo alle proprie debolezze personali, insomma, prima si sta bene con se stessi, poi con gli altri. Ma mi rendo conto che tutto questo è comunque teoria.

    Va da sé che c’ero, eh…

  13. anch’io la penso come te, rob. anche perchè il rischio grosso è che quando l’altro se ne va chi rimane, se non è abbastanza forte dentro, và in mille pezzi…e lì sono cazzi, mica noccioline americane :))))

    adesso metto un bel pezzo di musica gggiovane..così ci evitiamo il club dentiera, vero arya ???

    qui piove e ci sono 10 gradi circa..ho un bel maglioncino di lana, tantoper….

  14. oh cavoli club dentiera è orribile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...