the passion

 ti piace cancellare dalla mia bocca il sorriso di chi sà di aver vinto, ti piace rivoltarmi su un tavolo dimenticando la dignità mentre abbassi i calzoni senza neanche sfilarli, ti piace sognarmi la notte, accarezzandoti piano, sapendo che io lo farei cento volte meglio, ti piace raccontare agli amici che non mi conosci, che sei indenne dal vento che porta lontano, racchiuso in un bozzolo di pace e quiete, costruito con gl’anni e conservato nello spirito.ti piaccio discinta, con il mascara colato, gl’occhi sbarrati ripieni di stelle, ti piace il tuo odore che si mescola al mio, ti piace baciarmi e sentirti sulle mie labbra, ti piace , oh se ti piace, rivoltarti nei letti, trascinarmi per terra, innalzarmi contro un muro.ti piace tenermi la mano, sperando di essere unico, assoluto, padrone di me e del mio corpo, ti piace pensare di avermi sottomessa, e di aver trovato il modo di legarti a me, ti piace sussurrarmi in un ascensore affollato fai vedere quanto lo sei, ti piace ripetermi sei mia, conquistadores dell’ultima ora, ti piace ridere nei miei capelli, tornare bambino , lontano nel tempo.

ti piace.

Annunci

19 risposte a “the passion

  1. si gli piace…gli piace sapere che io ci sono, che forse mi sono innamorata e come sempre mi succede, trasformata per lui!
    gli piace non far sapere nulla a nessuno, venire a trovarmi di soppiatto facendo attenzione a non far rumore per le scale, rientrare insieme da una passeggiata ma divisi, come due coinquilini che si incontrano per caso!
    gli piace fumare l’ultima sigaretta insieme e poi darmi un bacio e dire: “buonanotte, ci sentiamo in settimana, forse anche domani!”.
    e a me? a me piace? alcuni giorni lo odio.. ma sono di più quelli che mi manca: mi manca lui e l’impossibilità di uscire alla luce del sole, mi manca la sua pelle, i suoi baci, i suoi occhi, le sue mani che sanno toccarmi in un modo speciale..
    forse domani lo mollo, forse no…ma stasera sono qui e l’aspetto…

  2. e a te piace?

  3. il soggetto in questo post è la passione. la passione è l’io narrante.

  4. eh, la passione, magnifica cosa, è la cosa che più di tutto da’ la sensazione di esserci davvero……

  5. “per me lo stesso che ha preso lei” diceva la signora al bar assistendo attonita all’orgasmo finto ma travolgente di Meg Ryan nell’indimenticabile scena del film “Harry ti presento Sally”….
    per me lo stesso che hai preso tu (in versione femminile)!!!

  6. aaaah ecco

  7. ma è bella la signora passione..lussuriosa al punto giusto, sfacciata quanto basta..che ti prende il cuore e se lo mangia sputando gli ossicini…che di tutto il mmmeeeeeelllleeennnnsssssooooo se ne fotte . così.

  8. E ti vengo a cercare
    anche solo per vederti o parlare
    perché ho bisogno della tua presenza
    per capire meglio la mia essenza.
    Questo sentimento popolare
    nasce da meccaniche divine
    un rapimento mistico e sensuale
    mi imprigiona a te.
    Dovrei cambiare l’oggetto dei miei desideri
    non accontentarmi di piccole gioie quotidiane
    fare come un eremita
    che rinuncia a sé.
    E ti vengo a cercare
    con la scusa di doverti parlare
    perché mi piace ciò che pensi e che dici
    perché in te vedo le mie radici.
    Questo secolo oramai alla fine
    saturo di parassiti senza dignità
    mi spinge solo ad essere migliore
    con più volontà.
    Emanciparmi dall’incubo delle passioni
    cercare l’Uno al di sopra del Bene e del Male
    essere un’immagine divina
    di questa realtà.
    E ti vengo a cercare
    perché sto bene con te
    perché ho bisogno della tua presenza.

  9. la passione… quel maledetto sentimento che dà un senso alla vita anche nei giorni più bui, che ti contorce l’anima e lo stomaco, che ti fra tremare le gambe e le mani, che ti ruba il respiro e i pensieri… cosa sarebbe la vita senza la passione?

  10. questa passione mi sembra sessuata. nel senso che è una passione femmina che si rivolge al maschio.
    sbaglio?
    potrebbe essere interessante esercizio di scrittura far parlare la passione al maschile rivolta al femminile.

  11. Lo sai che mi piace, che ti respiro e alito addosso, che percorro con le mani, con la bocca e con le unghie la tua pelle. Sono sensibile agli odori che produci, ti conosco ormai e li porto in me, assieme alla tua nudità. Forse non lo sai, ma la mia mente ti fotografa, conserva le pose e le situazioni che di te mi danno piacere, poi esploderanno quando non ci sei, assieme al desiderio. A volte non sei sicura di me e a volte lo sei troppo, ma credi di conoscermi. Ti sbagli. Soprattutto quando non sei curiosa di ciò che posso dare ancora, delle sorprese che avrai. In quei momenti di stanchezza, so che ci sarai così importante finchè ci sarà da scoprire, ma adesso ci sei tu e mi perdo in te. Quando abbiamo appena fatto l’amore, ho bisogno di raccogliermi e poi di immaginare nuove follie. Ti sussurro sconcezze all’orecchio e ti mordo, finchè reagisci e aspetto. Poi è ancora più bello, fino a non poterne più. Conosco le giornate senza di te: il desiderio è talmente forte che non penso ad altro, ti sento come ti toccassi. Non chiedermi troppe cose, non parlare troppo: fammi sentire che ci sei dappertutto, che non ti basta, che ci sono solo io. Poi me ne andrò, chiedendomi se sarà sempre così nuovo, se questa passione diventerà brace. Ma adesso mi pare non finisca mai e non finisco mai di immaginare.
    Beh ci ho provato D. e Minnie, ma quando si scopa?

  12. belle belle..credo che questo tipo di passioni, almeno per me, hanno bisogno della mancanza di amore per essere così forti.

  13. Sono d’accordo con Willy, molto maschile quello che ha scritto. Specialmente l’ultima riga…

  14. forse esiste un modo diverso di pensare alla passione tra uomini e donne?..una sempre più cerebrale, femminile, e una più diretta, maschile?..ovvero quando si scopa appartiene più ai maschi o le donne lo pensano ma lo dicono meno?…
    la passione non sempre include l’amore..all’inizio almeno una passione forte non è detto che sia supportata dall’amore, che ha bisogno di altri tempi, se vuoi più lunghi. Certo è che senza passione alla fine l’amore si svuota, diventa una cosa amichevole, un tenersi piano la mano, un sorridersi al di là della tavola..
    almeno questo penso io.

    quel si scopa detto da due play-boy, poi :)))))))))))))))))))

    ieri sera ho visto l’amore al tempo del colera..per rimanere in tema..

  15. si, penso proprio che sia diverso, perchè siamo diversi, signora Minnie. e meno male!!
    l’erotismo maschile, come conferma willy, è visivo, il nostro più mentale, fantasticato.
    e poi non mi è ancora capitato di sentire una donna dire: quando si scopa?
    forse perchè non ne ha bisogno, di dirlo, quando vuole lo fa.
    bel confronto, comunque.
    baci
    D

  16. abbiamo a disposizione 73 tasti e la fantasia per combinarli: senza scomodare le variazioni, ce n’è per non annoiarsi. La forma sonata è di grande soddisfazione per il pianista, sia esso uomo o donna.
    Le osservazioni di Minnie e di D. mi fanno pensare sui modi della percezione di ciò che dovrebbe essere condiviso, è vero, l’invito alla ragion pratica la donna lo fa in tutt’altro modo.

  17. Beh, a me è anche capitato di sentirmi dire “zitto e scopa!” per fermare una mia divagazione eccessivamente elucubratoria, una volta. Mi sa che questo ruolo, questo diverso sentire (maschile o femminile che sia), è anche quello che chi sta dall’altra parte si aspetta… o no?

  18. Io devo avere una parte maschile esagerata allora…..

  19. bellissimo, zitto e scopa…………….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...