SANTO SUBITO SANTO SUBITO SANTO SUBITO

Prima del cristianesimo gli uomini vivevano senza Dio e senza speranza.

 “Gran parte di coloro che andavano in giro come filosofi, come maestri di vita, erano soltanto dei ciarlatani che con le loro parole si procuravano denaro, mentre sulla vera vita non avevano niente da dire” (par. 6). “Il mito aveva perso la sua credibilità … Il razionalismo filosofico aveva confinato gli dei nel campo dell’irreale. Il Divino veniva visto in vari modi nelle forze cosmiche, ma un Dio che si potesse pregare non esisteva” (par. 5). 

enciclica spe salvi, papa benedetto XVI

Annunci

17 risposte a “SANTO SUBITO SANTO SUBITO SANTO SUBITO

  1. Dunque Socrate e compagnia bella sarebbe un ciarlatano? Parlando di disponibilita’ al confronto, questo mi sembra un ottimo esempio…

  2. ma sai quanti se la sono letta?
    è troppo complessa per la maggior parte dei credenti.
    e, anche a questo proposito, avrei da dire la mia.
    un pastore d’anime dovrebbe saper parlare, facendosi comprendere, da tutto il suo gregge.

  3. Ma allora anche il teorema di Pitagora è una stronzata!

  4. già già… e Socrate, Euclide, Epicuro e tutta l’algebra… e non dimentichiamo Avicenna e Ramachandran e Einstein e la Margherita Hack colpevolmente impervi al salvifico messaggio evangelico!!! tutte minchiette!!!

  5. Euclide e Pitagora dei ciarlatani. Platone ed Aristotele dei pezzenti. Aristarco un imbecille (oltre ad essere anche un eretico, di sfuggita… diceva che il Sole è al centro…).

    Domani mi segno ad un corso per coltivatori diretti.

  6. …favolosa questa enciclica… apre nuove strade, nuove vie, nuove prospettive di vita… mi ha fatto capire che tutto ciò che ho fatto e studiato nella vita non serve proprio a niente… grazie (sì, santo, davvero santo…)

  7. esatto..mi piacerebbe parlare con la mia vecchia prof di filosofia, quella che mi rifilava 3 ad ogni interrogazione..
    è bello sapere che io sono intelligente e lei una ciarlatana…MOLTOMOLTO..

    GRAZIE BENNY !!!!!

    …rob, io nel frattempo mi sono iscritta ad un corso di filosofia greca all’università popolare perchè mi sono stufata di essere COSI’ TANTO INTELLIGENTE..dimmi se c’è posto per i coltivatori di fagiolini (avranno l’anima , i fagiolini?)

  8. io sono anarchico e rompicoglioni, chi mi conosce lo sa.
    quello che detesto sono le frasi fatte e le idee preconcette. non ho simpatia per questo papa e per ogni dottrina in genere. parlo poco e secondo me già troppo. ma se scrivo o dico cerco di farlo spremendo quel poco che le mie meningi riescono a dare, come faccio con i lombi in altre occasioni.
    gran parte è diverso da tutto. e come sempre le minoranze sono espressioni di eccellenza al contrario del popolino becero che parla e non pensa. e che sempre si sente escluso dal banchetto dei dotti senza che altri abbiano detto nulla.
    leggere e contestualizzare senza riportare estratti a caso è il contrario del nostro giornalismo, quello che ho visto ben sbeffeggiato, e a ragione, in questi giorni. e se non sono tanti ad essersi letta l’enciclica, beh, che siano loro a parlarne. non gli altri.
    (per chi volesse, poi, http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/encyclicals/documents/hf_ben-xvi_enc_20071130_spe-salvi_it.html)

  9. Certo, e d’altra parte la definizione di filosofo data nell’enciclica e’ a sua volta volutamente ingrigita e spogliata di (buona) parte dei suoi significati soprattutto pedagogici e scientifici (gia’ comunque ampiamente accessibili anche al tempo dei romani), cosicche’ sia piu’ facilemnte attaccabile nelle proposizioni successive, l’uso magistrale di tante espressioni ambigue (o pastello) permette a Benny di sparare le sue bordate contro chi gli pare salvo poi consentire sia un’interpretazione assolutistica che una piu’ moderata. La bolla in questione e’ un’opera d’arte di oratoria politica, del far capire senza chiaramente dire in toni decisi, con decontestualizzazioni parziali, cambi di stile (dall’excursus storico al tono predicatorio etc), citazioni a destra e a manca e quanto piu’ si possa desiderare. E purtuttavia, facendo passare un messaggio dai toni tutt’altro che pastello.

    Bene, rimango della mia opinione. Soprattutto dopo avere letto l’enciclica.

  10. A me questo papa non piace, in verità neanche l’altro era proprio il top ma se non peraltro si presentava meglio, non era più tolelrante di questo però.
    Comunque credo e voglio che ognuno ha diritto di parlare anche se quello che dice non mi piace, voglio trovare un modo per fargli camabiare idea e se non ci riesco fa niente almeno ci avrò provato. Farlo zitttire quello no, non lo sopporto.

    Su quello che dice le sue parole non le condivido….
    Ciao
    Clio

  11. magari estrapolare i testi a pezzi non va bene, ma davvero è così distante il pensiero della chiesa da una interpretazione della scienza come investigazione guidata per essere morale? Il papa è persona di dottrina che ben conosce ciò di cui parla, non è uno sprovveduto che arrischia: è solo da un’altra parte. E quella parte sua vorrebbe che pensassi in maniera diversa, facessi altre cose, è solo questo che non mi va. Per il resto spazio per tutti, anche per quelli che vedono la cultura come una sequela di errori e non di passi avanti.

  12. Non entrando in merito al dibattito politico e/o filosofico, sul quale non ho una preparazione tecnica, mi fermo al dibattito scientifico.
    No, willyco, se guardo alla bolla come spunto di dibattito (cosa che tra l’altro una bolla non puo’ ne’ deve essere) e’ nel metodo, se i contenuti non fossero sufficienti, in cui certi discorsi o certe pubblicazioni cessano di essere dibattito ma diventano prosa propagandistica, velata di toni piu’ o meno moralistici, dagli scopi diversi etc.
    Una cosa e’ presentare una visione delle cose specificando quello che tu stai facendo e perche’ (scelgo questa definizione di filosofo, ad esempio, nonostante il fatto che etc…), un’altra e’ presentare la tua visione delle cose come fosse LA VERITA’.
    Quando tu in un dibattimento scientifico passi dall’esposizione dei dati alla loro discussione, sia essa all’interno di una lectio, durante una conferenza, o su una pubblicazione, non fai oratoria, ma dimostri, passo a passo, come da un gruppo di dati o considerazioni arrivi a certe conclusioni. COnclusioni che quasi mai sono assolute, ma lasciano spazio a successive reinterpretazioni, discussioni o dibattiti.
    In soldoni grezzi, l’interpretazione della scienza data da Benny e’ quella di investigazione guidata certo, ma guidata da chi e da come? E perche’? Sono tutte domanda piu’ che legittime, sono le risposte fornite, ed il modo in cui sono state fornite, che sono inaccettabili in un contesto di dibattimento che voglia dirsi tale.
    Con tutta questa menata, nulla da togliere alla suprema professionalita’ e preparazione del vecchiaccio. Solo che non mi si venga a vendere propaganda per spunto di dibattito.

  13. Minnie… buon compleanno 🙂

  14. auguri auguri auguri palloncini sorrisi pastarelle e candeline buon compleanno minnie!!!!!!!!!!!!!!!! 😀

  15. Quindi è il tuo compleanno? E’ il secondo che scopro oggi sul blog… Auguri…

  16. Auguri anche qui spacciatrice di stelline 😉 !!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...