CONFESSO.

Per due anni e mezzo ho scritto di me, anche. Ho scritto parecchio, direi. E forse pure bugie. Che uno ancora pensa che la signorina minnie sia quel gran pezzo di donna come ormai non se ne fanno più.. quella che rassetta la casa, corre al lavoro, prepara cene succulente e si mette il babydoll per fare la nanna anche da sola. Che uno ancora pensa che la signorina minnie sia quel gran pezzo di donna che suo papà avrebbe potuto chiamarla la grande bertha ed era uguale..acciaio puro, colata unica, gran pezzo di artiglieria che solo a vederla i nemici se la facevano sotto. Che uno mica se la può immaginare la signorina minnie un pò fragile e un pò attaccata alla sua coperta patchwork..i pezzi del suo cuore ricoperti di stoffe che altro non sono che gli amori della sua vita, i suoi amici, le sue bambolotte, incapace di strappare via un solo pezzetto di quel tessuto. Eppure la grande bertha sarebbe capace , oh lei si. E tutti quanti a stupirsi, adesso, che proprio lei, la signorina minnie, quella dalle centomila certezze, quella della lotta dura senza paura, sia lì senza risposte, senza artiglieria spianata, e stia camminando senza attendere nessun tram, parlando da sola, come i vecchi un pò rinconglioniti, avvolta in un cappotto pieno di spifferi e con un paio di guantini color carota.

Forse il suo papà ebbe ragione quando la vide la prima volta a non chiamarla la grande bertha : in fondo di cognome, la signorina minnie, neanche fa krupp.

Annunci

18 risposte a “CONFESSO.

  1. non ho più il tuo indirizzo, strano ma è successo, ti va di mandarmelo?

  2. la signorina Minnie stasera ha bisogno di una carezza e di sentirsi dire la verità: sei bellissima perchè sei così

  3. il mio indirizzo e mail è cristinacristina1@virgilio.it
    succede di perdere indirizzi, numeri di telefono, facce di persone, memoria..

    grazie willy.

  4. Una carezza te la faccio anch’io, e non si farebbe altrettanto volentieri alla grande bertha…

    Cristina, io con quel cappotto addosso ci ho passato lunghe serate di insonnia, e non metaforicamente. Potrebbe succedermi di nuovo, ma avrò (ho, abbiamo!) una consapevolezza: quella di avere i mezzi per uscirne.

  5. Devo ammetterlo Cristina. A me questa Signorina Minnie piace proprio tanto. Perché leggendo tutto quello che scrive imparo a capire un po’ meglio questa vita dove spesso mi sento persa. Perché la sento “vera” e “unica”. Per la sua grande forza e per la sua fragilità.
    Una carezza, un abbraccio, un caffè… e alle 5 the con i biscottini…

  6. grazie melania. anche dalla signorina bertha krupp..che arriverà puntuale alle 5 per il the con i biscottini :)))

  7. ummadonna minnie, sei una donna vera, normale, perchè dovresti essere d’acciaio, nessuna lo è! e come una donna vera sei tenera e risoluta, forte e bisognosa d’amore, con alti e bassi, ma, ricordati, sempre con la capacità di tirarsene fuori, dai bassi, piano piano, con pazienza, ma lo sai che ce la fai. pensa a tutte le volte che hai avuto momenti neri, ti sembrava che non ce l’avresti fatta, e invece sono passati, sei andata oltre, e sono venuti momenti buoni. A questo serve l’esperienza, a capire che anche i momenti neri passano. Lo sai che ce la farai, sarà così. a me questo pensiero mi ha sempre aiutato, ti abbraccio

  8. e poi non sei rincoglionita, e poi adesso arriva la primavera e non importa se il cappottino ha gli spifferi…

  9. Minnie colata unica …. no non ti ci vedo di un pezzo solo, meglio un puzzle, certi pezzi saranno pure dolorosi ma meglio così … i pezzi unici sono tutti uguali magari dicono sempre la verità ma che noia mortale, meglio un po’ di depressione di tanto in tanto dopo si deve risalire per forza. Legge fisica, dicono.
    Un abbraccio
    Clio

  10. mai, neppure per un minuto, mi sarebbe venuta in mente la grande bertha pensando a te.
    oh, bella, sei fragile. l’ho sempre saputo sai, pure quando litigavamo su quel famoso gioco, te lo ricordi?
    embè?
    comunque hai dei guantini meravigliosi!

  11. Minnie, oh Minnie, sei sempre capace di sorprendermi. Ma non questa volta! Ho sempre pensato che tu fossi una persona di grande umanità, forse un po’ svalvolata su certi aspetti della vita, ma viva, costruttiva, propositiva, e piena di sentimento. Questo tuo post me lo conferma. Non sempre siamo d’accordo (su alcune cose, per me, sei troppo… libertaria), ma la mia stima nei tuoi confronti è assoluta. La vita è una lotta, e tu ti stai battendo benissimo. Ogni tanto ci si deve fermare e può darsi che un po’ manchino le forze. Ma poi ci si rialza e si ricomincia a combattere. Forza.
    Orso

  12. Penso che anche la signora bertha nel suo profondo vorrebbe ogni tanto la copertina di patchwork… 🙂

  13. oh d..pensare che abbiamo iniziato proprio male io e te..vanilla girl :)))..i guantini sono bellissimi, nuovi di zecca , acquistati a venezia lo scorso week end.
    alle volte mi piacerebbe avere più forza , più determinazione..ma alla fine la passione dei sentimenti è troppo irruente..e poi penso sempre che si spreca un sacco di tempo a non parlarsi : tempo prezioso, che non tornerà più, che è scivolato tra le dita inutilmente. Forse è meglio un bel vaffanculo e si ricomincia..se ne vale la pena. Se no rimane il vaffanculo semplice :)))))))))))))))
    grazie orsettino..la signorina minnie è una libertina e libertaria impenitente..quando sarà una saggia signora probabilmente imparerà a memoria le preghiere e canterà salmi e lodi…forse, ehhhh
    la vita è una lotta, sì. ogni tanto combatto battaglie perse in partenza..pazienza. ci vuole qualcuno che faccia il lavoro sporco..alla fine la mia copertina patchwork sarà piena zeppa di colori e di pezzetti di stoffa, e mi terrà caldo.

    un sorriso grande.

  14. preferisco le fragili con i guantini color carota. e non sono un coniglio.

  15. se mi avessero avvertita, martedì proprio non mi sarei alzata dal letto la mattina. invece pensavo fosse una giornata come un’altra. che fregatura… comunque concordo con Fgem. stringiamoci forte la nostra fragilità, che è anche preziosa. se poi è accompagnata da dei guantini color carota (comprati a Venezia)… non gli si può resistere.
    un sorriso e un abbraccio

  16. A tutti ogni tanto capita di essere senza risposte…meglio fermarsi ed aspettare….che il mondo gira e le risposte arrivano da sole…

  17. stamattina ero in un posto bellissimo Minnie topolina, un posto che quando visiterai ti strapperà l’allegria dalla pelle per spargerla in giro. Pensa a 300 opere di grande scultura moderna collocate in ipogei o stanze bellissime: fin qui emozione e gioia, ma poi scopro che il palazzo è stato chiuso per 31 anni, dichiarato inagibile, anti igienico, da lasciar cadere e che le sculture sono state tutte donate da artisti e musei ad una associazione di volontari che amano la loro terra e la loro città. E hanno recuperato e vinto contro il governo, l’indifferenza, la derisione, il denaro. Vedi topolina che la grande bertha non vince, che la volontà e l’amore, cose che tu possiedi e regali senza paura, alla fine prevalgono. Come nei sogni belli: quelli che al mattino continuano. Un abbraccio da willy

    il museo è il MUSMA ed è a Matera ed io, purtroppo sono già a casa

  18. Notte Missminnie… il cielo e stellato e c’è la luna… il resto non lo so… concediamoci ogni possibilità possibile… anche un sorriso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...