sono forse tua sorella????

Antefatto  : un pomeriggio particolarmente stressante mi ha portato a camminare per libri , profumini, e cose piacevoli..violetta mi ha chiesto di passare da  mac e portarle un crispy-bacon-menu. Entro da mac, solita ressa , solita coda, che avrei potuto essere a singapore ed era uguale.

Cassiera di circa 20 anni, e pure lei avrebbe potuto essere di qualunque parte del mondo essendo obbligatorio essere rassicuranti in ogni luogo (filosofia che ha fatto del brand mac un caso da manuale)..

_ Ciao , che ti posso dare?

Ora, mi rendo conto che ci sono molti problemi al mondo, che in questo momento stanno succedendo fatti di una violenza inaudita, che il petrolio corre al rialzo e questo comporterà una serie infinita di problemi, e quindi si dovrebbe parlare di quello..,MA ….a me dà enormemente fastidio questo vezzo per cui una qualsiasi commessa-sciampista-ragazzino che vende il giornale-e-compagnia-bella ,debba rivolgersi indistinatamente usando il TU.

Non sono una ragazzina, e tu non sei mia sorella. Io sono una cliente e tu sei lì per vendermi qualcosa, e le regole sono che con i clienti si è gentili, corretti, friendly, ma non ci si bacia in bocca.

Correttamente io rispondo dando del lei, ed il loro atteggiamento cambia immediatamente, rispolverando il lei.

La vita è fatta di piccole cose, anche.. Del saper vivere, comportarsi, capire la situazione, cogliere le sfumature, sapere da che parte stare.

E domani potrei sempre scioccare un pò uno dei miei clienti plurilaureati-megastudio-otto-filtri-prima-di-arrivare-a-lui, e rispondergli

-‘ A bbbbeeelllo che te serve?

Potrei.

(1970..)

 

Annunci

18 risposte a “sono forse tua sorella????

  1. Mi è successa più o meno la stessa cosa. La cassiera di un centro commerciale dove vado di corsa a comprare qualcosa per cena quando esco dall’ufficio. L’altra sera mi dice: ma perché non ti fai la tessera?
    La guardo. Potrebbe essere mia figlia, tranquillamente. Ho 47 anni, non può certo scambiarmi per una sua coetanea.
    Non mi dà fastidio il fatto di darsi del tu in generale, ovviamente. Mi dà fastidio l’abuso. Se non ci conosciamo, se i ruoli che abbiamo (cliente e cassiera) non lo chiedono, non vedo perché ce lo si debba infliggere a tutti i costi. Poi magari capita che si scambiano due chiacchiere e allora viene spontaneo e fa piacere. Ma non solo per la moda di darsi tutti del tu. Ovunque e comunque.

  2. mah, a me fa piacere se mi danno del tu. mi sento meno vecchia e meno isolata. non credo che abbia nessuna implicazione particolare, nè di confidenza nè di mancanza di rispetto, non credo che ci sia dietro un pensiero particolare. è solo un’abitudine. sono un po’ stanca delle formalità. per quel che mi riguarda ai pazienti do’ del lei, agli altri dipende dalle circostanze…..

  3. Non do mai del tu, al massimo del tè a colazione!

  4. Per me dipende soprattutto dal tono. Ci sono sciaquette che mi danno del tu alla prima volta che ti vedono con certe facce da sberle… invece, se è una ragazza anche molto più giovane di me, in negozi dove vado spesso, quindi che mi riconosce e dopo qualche volta mi da del tu, ma sempre con il tono “posso esserti utile” ma sincera, allora mi va bene

  5. sempre del lei alle signore âgé.
    urlando anche un po’.
    che si sa, l’udito non è più quello dei vent’anni 🙂

  6. madonna bask gli vai giù pesante 😀

  7. sono d’accordo. dipende dal tono e dall’atteggiamento. mi dà fastidio il tu dato con eccessiva sfrontatezza. poi trovo molto naturale che si passi dal lei al tu, dopo che ci si conosce un po’, quando si instaura un certo clima e rapporto.

    bask… signore âgé??
    qui siamo tutte ragazze nel fiore degli anni.
    questo è ovvio.

  8. Orchidea Selvaggia

    Hi Miss Minnie… saluto alla Obama… Ovviamente…
    Ho letto il tuo commento all ‘ultimo post di Willyco, il punto in cui parli di navi da crociera… ebbene ti posso confermare il tutto perchè tu devi sapere che io ho una zia ultranovantenne – che curo da oltre 16 anni, ma questo non c’entra – che è stata una viaggiatrice impenitente insieme ad un gruppo di altre arzillotte: ebbene una di queste proprio agli inizi della discesa in campo di testa d’asfalto ci racconto’ che lei negli anni sessanta è stata testimone oculare delle sue (del sig. B ovvio) performances al piano sulle navi da crociera della Costa poichè il medesimo intratteneva gli ospiti con canzoni e musica e poi – parola della stessa testimone – passava con il cappello a raccogliere le mance!!!! 🙂 🙂 🙂 Per cui immaginati lo sconcerto nel vedere anni luce dopo lo stesso, candidato alla presidenza del consiglio…. l’amica di mia zia era allucinata!!!!!
    Ma cazzo allora spiegatemi come si fa ad accumulare così tanta ricchezza esibendosi su delle navi da crociera??? anche con eventuali prestazioni extra (oddio vomito!!!!) ……
    Mah veramente mi è stato spiegato molto bene come il losco figuro ha fatto i soldi… ma questa è un’altra storia… volevo solo confermati la veridicità della “leggenda del pianista sull’oceano”…….. cerca di non avere incubi… notte.
    Orchidea Selvaggia

  9. o.c….ce tocca per 5 anni, e se non ci diamo una mossetta noi della sinistra pure di più ehhhh….

    mr b..che dire..che le ragazze agè si difendono sempre bene, anzi benisssssimo.. te serve altro bbbbeeellooo???

    anch’io the a colazione, senza zucchero e con un pochino di latte..grazie.

    siamo a venerdi, thanks god!!!!!

  10. buona giornata! 😀

  11. eccola, me lo dicevano che la minnie era deliziosa ma anche tosta! e tant’è…
    concordo con LEI sul lei. io mi rivolgo con il lei persino a quelli più giovani di me (specie in alcuni contesti). certo, a volte può apparire un pò ridicolo e denotare un certo distacco (tipo puzzetta sotto al naso…), ma credo sia fondamentale, almeno fino quando non ti dicono “buongiorno, signora!”, allora io lì divento viola di rabbia e mi viene da dire “aò ma m’hai visto bene? signora ce sarà tu nonna!”, ma mi tocca trattenermi e rispondere con un diplomatico “buongiorno a lei”.

    dunque, buona giornata a Lei miss minnie

  12. io che sono un pò vetero ricordo la frase di Togliatti quando ad un compagno che intervenendo, gli dava del tu, disse : certo compagno, dammi pure del lei. Tutti eguali, ma rispettosi della differenza eppoi il tu bisbigliato ad altro serve.

  13. Signorina, le faccio passare la pessima imitazione del dialetto romano solo perché manca l’audio.
    (Le ho dato del lei, eh. Tra personaggi di una certa età)

  14. mi viene un pensiero (capita anche alle signore agè, ma di rado, dato il dispendio irreparabile di neuroni), non vi sembra strano che qui, sul web, ci si dà tutti del tu senza farsi problemi?
    eppure anche a me infastidisce quel tu volgare e non richiesto che tanti e tante usano a sproposito.
    sarà che il web annulla certe forme della forma?

  15. la forma senza forma è un liquido. quindi per assonanza siamo arrivati al saluto liquido.

  16. sai D. è la stessa domanda che mi ero posta io nel momento in cui ho letto il post di Cristina. nessuno sul web si pone il problema di darsi del lei, sarebbe strano.
    ho conosciuto una persona, una cara persona, che mi dava del lei. la cosa era alquanto strana, ho provato a rispondergli allo stesso modo ma mi sentivo un po’ fasulla.

  17. buongiorno..stò guardando gl’orari dei vostri commenti..melania alle 2.23 del mattino..willy 1.45..piccoli vampiri che si aggirano silenziosi tra i blog…adesso sono le 7.19, sono bella sveglia (oddio…svegliotta, vaaa) e magari voi state dormendo..bioritmi diversi…

    non sò d cara perchè ci diamo del tu sulla rete e fuori si comincia con il lei..è come il discorso di essere colleghi..che sò , quando due medici che non si conoscono s’incontrano dicono ..diamoci del tu , collega..poi magari succede anche tra avvocati, commercialisti, spazzini, panettieri..come se l’appartenere ad una categoria facesse subito branco.
    forse noi qui ci sentiamo branco , simili, affini..

    nessuno che sia antropologo e ce lo spieghi?

    un baciottino a che fa ancora la nanna …

  18. Sì Cristina, la notte è effettivamente lunga. Il sonno arriva quando e se arriva (ci sono sempre le gocce ma anche loro, a volte, scioperano).
    Non so Willy, ma io stamani sono stata a letto sino alle 10.15. Sabato. Cielo grigio. Tempi lenti. Poca fretta.
    bacio a te sveglia da tante ore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...