certi post sono come certi amori

il blog siamo noi. ognuno si specchia in esso e racconta qualcosa di sè. c’è chi parla solo di politica, chi solo dei figli, chi di gesù e della madonna, chi della propria città, e chi della propria vita. A nostra volta siamo spettatori di questa vita , assistiamo alla nascita di certi amori, a divorzi, a nascite, ci facciamo gli auguri per il compleanno, pasqua, natale, e la befana. Alle volte siamo seri, altre un pò scemottini, come i laureati alla bocconi, ma siamo noi.

e qualche post è così personale, è dedicato ad una sola persona, che bisognerebbe avere il buongusto di leggere e andare via, alzare la tenda, e riabbassarla, perchè ogni commento sarebbe superfluo, fuori posto come una barca in mezzo al bosco, perchè esiste una parola che si chiama delicatezza.

buona serata..a chi passa..

Annunci

9 risposte a “certi post sono come certi amori

  1. buona serata…..che breve e intensa analisi dei blog….

  2. buongiorno francesca…ogni tanto qualche riflessione anche su di noi non fa male, no?

  3. eh sì, è che dopo tanto tempo si partecipa, io ad esempio sono fondamentalmente viscerale, e diciamolo pure romantica, in fondo, per quanto punk, e magari non si commenta, ma si intuisce qualcosa, o ci si resta male se le cose non sembrano andare lisce, o non ci si capisce più niente che qui sembra così e lì sembra colà….si vorrebbe vedere tutti felici…..non siamo mica così virtuali, in fondo, come sembrava all’inizio.
    ma intromettersi mai, anche se a volte non si fa apposta…

  4. brava, buona giornata o tu che passi e non favelli 😉

  5. Si hai ragione
    Ma io devo ammettere che ci ho messo un po’ a capirla questa cosa, diversi mesi di blogging ecco. Che prima il solo fatto di vedere un post pubblicato mi faceva sentire legittimata – e in un certo senso magari un po’ lo ero, ma mi mancava come un senso della profondità, la scala tra il pubblico e l’intimo che invece c’è sempre.
    La stessa per cui adesso, quando becco i blog poetici, tre vorte su quattro nun zo che fa. La poesia pure, mi pare sempre intima.

  6. zuaber..io alle volte certi post non li capisco..li leggo, li rileggo, ammutolisco , e vado…
    confessioni di tardo pomeriggio…

  7. a me sta cosa mi rattrista tanto

  8. Non sono molto d’accordo con quanto scrivi,forse solo per il semplice fatto, che chi legge un blog non può sapere degli intrecci amorosi, che vi sono dietro.E stupide sono le gelosie
    o i piagnistei estivi
    nei confronti di chi magari si è solo lasciata/o andare ad un pensiero,trasportato dall’emozione di ciò che ha letto o affascinato da colui/e che scrive.
    I blog liberi sono fatti per essere letti e all’occorrenza commentati,se no,uno se lo chiude se ha tutte queste difficoltà di accettazione o, evita di scrivere cose private.
    Ma la paura di perdere chi si ama spesso fa vedere “rosso”
    anche dove non c’è niente.Avere paura é indice di scarsa sicurezza in sé stessi e soprattutto nei confronti di chi si ama.
    La mia, una semplice opinione “opinabile”, ma troppe volte
    mi è successo d’imbattermi in donne con artigli, travestite da pecorelle col finto sorriso,senza avere alcuna colpa se non quella di amare la lettura.Guardo con molta compassione le persone così.

  9. ciao stefania , non capisco molto il tuo commento : ovvero io parlavo d’altro. Semplicemente che ci sono post che sono personali, che sono scritti da una persona per un’altra persona, dove ci sono riferimenti espliciti tra essi, poco capibili ad altri.
    Vengono quindi lasciati commenti inutili, fuori posto e fuori luogo..e spesso i due destinatari, parlandosi, commentano anche su quanto lasciato scritto e sorridono della poca perpiscacia del commentatore.
    per quanto riguarda la tirata sulle donne percorelle con gl’artigli non è pertinente al mio post..magari mi succederàè di scriverne e mi piacerebbe sapere il tuo parere : ma non è questo l’argomento di cui scrivevo.
    anche la paura di perdere chi si ama non è argomento del post, che meriterebbe uno spazio più ampio.
    buona giornata, spero di ritrovarti qui.

    cristina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...