perchè non sono la mamma di cogne

questo è un post difficile. perchè esistono dei dogmi in questo paese, uno dei quali è che i figli sono pezze ‘e core. e le mamme italiane sono santemadonnedirettediscendentidimariadinazareth, tranne quella di cogne e un paio d’altre che sono turcomanne, e quindi altra razza.

in realtà , per rimanere sane di mente, e non ammazzarli, stì figlioli, bisogna fare un grosso lavoro dentro di noi ed ammettere un paio di cosette fondamentali : non siamo santemadonnedirettediscendentidimariadinazareth, i nostri figli hanno metà del nostro patrimonio genetico che riconosciamo e metà patrimonio genetico di un estraneo che non riconosciamo.

e quando ti scontri con quell’altra parte che è in loro vengono fuori i problemi : per esempio…se tu hai sempre detestato che tuo marito fosse un eterno ritardatario e lui non è mai cambiato nè mai cambierà, non ce la farai a sopportare un figlio eterno ritardatario cronico come suo padre : ci sarà la volta che dopo averlo aspettato mezz’ora in macchina alle tre di notte la prima cosa che farai sarà di urlare tutta la tua rabbia repressa, tutta la tua parte peggiore uscirà quando lui ti guarderà e ti dirà sei pazza?

ammettere di non essere perfette, ammettere che qualche volta hai bisogno di avere spazio tuo senza i tuoi figli, ammettere che quel difetto di lui non lo sopporti, ammettere che non ti immolerai sull’altare della madre d’ italia fu rosa bossi berlusconi, ammettere di essere egoista qualche volta, ammettere di essere stanca, ammettere che sei felicissima che vadano in vacanza con gli scout, con il fidanzatino, con la strega di biancaneve…tutto questo ti eviterà una bella mattina di entrare in camera loro eternamente in disordine, e dopo aver inciampato in scarpe-mutande-libri-vaschettedigelatovuote-ipod-celluareinricarica-televisoreaccesodallanotteprima, di sentirti jack nicholson nel film shining , di posare la mannaia per terra, e dolcemente dirgli ” amore, è tardi, è ora di andare a scuola”

 

minnie-una-e-trina

Annunci

17 risposte a “perchè non sono la mamma di cogne

  1. per un lungo periodo ho visto nei miei figli, specie nel secondo, l’esatta copia del padre: impertinente, egoista, pretenzioso ecc., poi una sera, al mare, la mia amica mi ha detto:”fino a quando pensi di scambiare Loris per tuo marito? Loris è Loris e lui è lui, e anche se si assomigliano fisicamente e mentalmente, non devi più fare paragoni, altrimenti la rabbia che senti non ti passerà mai!”. Ci ho provato e ci sono riuscita. Sto molto meglio e, anche se a volte, mi verrebbe voglia di raccogliere la mannaia e posarla sui loro delicati colli, faccio finta di niente e tiro avanti. Con Loris ho un rapporto diverso e lo vedo per quello che è: un adolescente che crede di spaccare il mondo con le chiappe e che puntualmente, di notte, viene a dormire nel lettone…
    Non mi vergogno a dire che quando non ci sono io stò da Dio; il pc è finalmente spento, la cameretta in ordine, e, cosa più importante, regna il silenzio. E pazienza se, appena mettono piede in casa, mi stravolgono la vita…tanto prima o poi usciranno per sempre, per volare lontano dal nido e allora sì che vorrei riavere il casino, la radio a tutto volume che suona un qualcosa che chiamarla musica è farle un complimento, le scarpe spaiate, le mutande (sporche!) imboscate chissà dove..allora sì che mi mancheranno…

  2. Orchidea Selvaggia

    Non ho figli perchè non ne ho voluti. E’ stata una scelta condivisa e non me ne pento perchè non ho spirito materno. Ognuno è come è e sarebbe molto meglio riconoscersi o conoscersi per evitare decisioni infelici.
    Ma ammiro profondamente donne come Minnie e Silvia che si sono fatte carico della loro maternità, dovendo interpretare due ruoli (che già uno sarebbe sufficientemente gravoso!)… quello di madre e quello di padre in quanto molti appartenenti a questa categoria da quello che ho capito latitano e si danno alla macchia!!!!!
    Evviva queste Madri Coraggio chesenoncifosseroloroquesti poveri ragazzichissàchefinefarebbero……. 🙂 🙂 🙂
    Chapeau, comme dit les Francais (non trovo la “cedille” cioè la c con la codina sulla tastieta del computer!!!!).
    Orchidea Selvaggia

  3. Orchidea Selvaggia

    Errata Corrige: “tastiera” e non “tastieta”….

  4. Ti dirò un’altra cosa, Minnie.
    La cosa peggiore per me è quando riconosco in mie figlie i lati peggiori di me stessa, quelli che proprio non sopporto.

  5. Ma le adoro… la piccola è via sino a domenica e mi manca. a casa c’è più tranquillità, più silenzio. certo me lo godo. ma non vedo l’ora che torni.

  6. Un abbraccio zia-minnie, da una pipuffa che ancora si ricorda la faccia di sua madre dirle “sei uguale a tuo padre” con espressione schifata…

  7. Ah me piace ir commento di Silivia, mi pare che faccia bene alla salute e evita non solo l’uso della mannaia da parte de madre ma anche da parte de figghia. figghia che a un ccerto punti dice: so io o sono un pezzo de passato tuo?
    E però trovo pure sacrosanti non solo i desiderata di toglimento dalle balle della prole, ma anche delle sporadiche azioni a che si verifichi proprio concretamente. Eh ci hai na vita ci hai – mica è peccato!

  8. eh pipuffa…pensa che io solo alla mia età ho fatto pace con la parte di mia mamma dentro di me..mia madre non ci dice mai sei uguale a tuo padre..sarà che i morti sono sempre dei santi..sarebbe bello però sapere che cosa si è preso da lui..molto.
    alcune cose me le immagino..che sò , la passione per i libri e la storia..altro chissà..

    me sembra una sedita psicanalita ehhh zauber..un domani facci ‘n libbbbricino su di noi, zau..:)))))))

    lati peggiori mel???…quali???..MICA LI ABBIAMO NOI I LATI PEGGIORI :))))))))…SANTE SUBITO SANTE SUBITO CI DEVONO FARE :))))))))))))))))))))))))))))))))

  9. 😀 😀
    che lo sai che ne ho tre anch’io……………..
    amica mia, è dura, eh. ora secondo te perchè sono al computer: figlio grande uscito con gli amici, figlia di mezzo con gli scout figlio piccolo qualche giorno con gli amici ED E’ UNA PACCHIA…..
    perchè no? da quando viviamo solo noi, senza il padre, si sono accorti che sono un essere umano anch’io e va tutto meglio. do spazio e hanno spazio. li amo immensamente e credo loro me. cioè sono sicura. abbiamo tutti bisogno di spazio, quando crescono è normale e bene prenderselo, e anche loro, hanno bisogno di affetto, appoggio , ascolto e spazio libero per sè.. dopodomani mi parte il grande torna ad amsterdam ho già il magone….ci sto troppo bene con lui….(fatte salvemutande calzini briciole e bottiglie di birra, ma ormai è solo per due mesi all’anno…..).

  10. io non so perchè, spesso mi sbilanci proprio (vedi post scritto di getto in due minuti) (magari sono io che mi sbilancio facilmente)(troppe esperienze comuni mi sa)

  11. Orchidea Selvaggia

    Non c’entra niente con i figli ma senz’altro alla lontana c’entra con i nostri stati d’animo.
    Stralcio di un’intervista a Ruut Veenhoven, professore di Sociologia all’Università Erasmus di Rotterdam, intitolata “Sette cose da sapere sulla felicità” e tratta dall’inserto “Tutto scienze” de La Stampa del mercoledì.
    “Qual è l’identikit di una nazione felice?”
    “Distinguerei quattro punti:
    1° ricchezza materiale. Le persone tendono a essere più felici nelle nazioni ricche.
    2° libertà. Libertà politica, economica e nella sfera privata. per esempio libertà di religione, di sposare chi si ama e di vivere secondo le proprie inclinazioni sessuali e questo include i matrimoni gay.
    3° buon governo e stato di diritto. Queste condizioni istituzionale incidono sulla felicità indipendentemente dai partiti al potere (su questo avrei molte cose da dire e da obiettare, n.d.r.)
    4° tolleranza. Minori sono gli stereotipi negativi in un Paese , più felici sono mediamente i cittadini.”

    E allora io ti chiedo e mi chiedo e chiedo a chi ti legge: ma quali speranze abbiamo noi di essere felici se rapportiamo queste considerazioni alla situazione italiana??????????????
    Orchidea Selvaggia

  12. io è da un po’ che sostengo che mi dovrebbero fare santa… questo è un discorso che faccio di frequente con un mio caro amico. e dico santa martire, per di più (a sopportare lui…). e poi con il nome che mi ritrovo (quello vero, non il nick), insomma… ho parenti importanti lassù.

  13. beh, le madri servono…

  14. le mamme servono, in effetti..ti abbracciano e ti scaldano, fanno le lavatrici e le stendono, raccattano le calze sporche di 1 settimana evitando che se le mangino le pulci, quando sono particolarmente in vena fanno buonissime torte…servono direi abbastanzina tanto…

    grazie alle ragazze che sono passate di qui e hanno lasciato un commento.)))))))

  15. le mamme servono ai figli e anche alle mamme. Ma stasera non è aria.

  16. é un’ingiustizia che alcune vadano via troppo presto, troppo presto rispetto alla comprensione della vita che ognuno ha.

  17. Come ti capisco…. ho cresciuto una figlia da sola…Fisicament eidentica a suo padre ma come carattere uguale a me…
    quante volte quando era piccola e io non ce la facevo tra me e me ho pensato..
    Dio come sarei felice se non fosse mai nata!!!
    sono sempre stata convinta che questo mi abbia impedito di sclerare come la mamma di Cogne e di riversare su mia figlia tutta l’aggressività che provavo per la situazione difficile….
    Quanto sono contenta quando lei passa una notte dalle amichette o in campeggio…
    ritrovo il sapore della libertà di quando ero giovane e single
    Quel sapore che è bello quando dura poco perchè adesso sicuramente non saprei più vedermi senza mia figlia.
    Eppure non vivo per lei come certe mie amiche fanno con i loro figli…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...