si fa presto a dire tulipani..

non ce lo ricordiamo, ma nel 1600 e qualcosa ci fu una delle crisi peggiori sui mercati mondiali , partita dall’ olanda, a causa dei   tulipani.

che uno entra da un fiorario e dice..vorrei un mazzo di tulipani..quello piglia un pò di tulipanotti olandesi, un pò di foglie verdi, impacchetta, strapaghi, scrivi bigliettino con rima baciata, consegna alla bella di turno che mette nel vaso e dopo tre giorni butta perchè morti e l’acqua puzza.

eppure nel 1600 e qualcosa il mercato impazzì per i semi dei bulbi, si impegnarono case, patrimoni di famiglia, materassi, tutti volevano tulipani. Al crollo della domanda la gente si scoprì rovinata. E i tulipani tornarono ad essere fiori .

economia e finanza di oggi dice che le piccole imprese del nord est e della brianza, quelle che sono l’orgoglio dell’umberto, la spina dorsale dell’italia, sono in sofferenza, a fine anno molti chiuderanno, persino geox va male.

se crolla la brianza e crolla il nord est ci rimane l’emilia e un pò di nord ovest..eppure tu oggi sembravi ottimista, dicendo che non si saranno le curve così profonde di K.

non voglio essere pessimista, ma anche cindia sta rallentando visibilmente.

non me li mandare i tulipani con interflora , che a me i fiori non parlano, e poi ancora ci crolla l’olanda e siamo veramente sul fondo.

ci rimangono i baci e le depressioni amorose : che ne pensi se ne impacchettiamo un pò , le certifichiamo AAA e le spacciamo per buoni???

meglio dei subprime ehhhh…e non fare lo schizzinoso , robbby!!

Annunci

4 risposte a “si fa presto a dire tulipani..

  1. Se ti può interessare, dal 18 al 22 aprile 2009 si svolgerà a Castiglione Del Lago (Perugia) la sagra del tulipano con
    carri allegorici addobbati appunto con tulipani che sfileranno per il paese insieme al corteo mascherato.

  2. :))))……sono un pò strana..a me i fiori dicono poco..non mi vedo con un mazzo di fiori in mano, mi piacciono nel loro habitat, nelle aiuole, nei giardini..nei vasi mi sembrano cadaverini in attesa di essere sepolti.

    è proprio vero, però, che in italia non si nega una saga a nessuno :))

    ciao marco..buona serata. davverodavvero.

  3. Quella dei tulipani è una storia sempre pronta a saltarci addosso, basta attribuire un valore d’affezione ad un bene che non lo ha, rarefarlo e creare un’attesa, se la frenesia si diffonde, l’esito è scontato: bancarotta di chi aveva speculato sull’ inesistenza del valore appena qualcuno dice che il re è nudo. Sta succedendo da tempo nel mercato dell’arte, con qualche impressionista o contemporaneo strapagato, ma almeno è riciclaggio di denaro a fin di bene. Sul crollo del nord est non sono in accordo, ma sul suo ridimensionamento questo sì. Il discorso si fa lungo e qui la finanza pesa molto. E’ l’intero sistema italiano a rischio, nei mercati globali non i sistemi regionali e la crisi semplificherà il mercato con meno player a partire dall’automobile. Sui malesseri amorosi e personali ci sono già molti che hanno costruito la loro fortuna, autocertificando la tripla A. ;-))

  4. buongiorno willy :)))…in fondo , come dicevano già lucio e il suo scrittore, lo scopriremo solo vivendo. E quindi giorno dopo giorno viviamo dal di dentro questa crisi, questi cambiamenti, alcuni veramente epocali, come un nero alla presidenza.
    basta esserne consapevoli di attraversare un periodo storico e non stare sempre a guardarsi l’ombelico.

    sorrido alle fortune costruite sui dolori amorosi spacciati come titoli AAA..o ad ennesime parole tristanzuole imbottigliate come le lacrime della madonna di lourdes, sai quelle statuine che si tengono sul comodino e la notte s’illuminano d’un colore azzurrino fantasma :))
    d’altronde pure flaubert venne osannato per madame bovary..o la fine di anna k è scolpita nella memoria di tutte le sciagurate che s’innamorano di uomini giovani e tradiscono il marito.

    che farle vivere felici e contente non sarebbero stati bei libri, ma dei moccia qualunque.

    buon martedi..aspettando quello che sarà con curiosità .

    p.s. nel commento sopra leggasi sagra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...