nothing more, nothing less..only in my mind

credessi nel dio cristiano ti penserei in qualche luogo beato, e chissà se ci riconosceremo quando le tombe si scoperchieranno. o forse credessi nella reincarnazione ti saprei elefante, o papà di altri bambini, magari un iniut, o un arabo..vasssapere in chi ci tocca essere.

mi rimane l’unica cosa che posso capire, una metà di dna che scorre nell’elica, quando non mi riconosco in me, o nella mamma, penso che potresti essere tu.

stamattina mi sono svegliata alle cinque, perchè c’era troppo silenzio, e ho sentito la neve ricoprire il mondo. anche i pensieri erano silenziosi, i ricordi un pò meno, fanno casino, i ricordi. sono colorati, ruotano, scappano, hanno contorni sfumati, fantasmini buffi come bambini nei pigiamini.

dieci dicembre millenovecentosettantatre – dieci dicembre duemilaotto

in mezzo la mia vita senza un padre.

ti lascio un sorriso, casomai passassi di qui.

Annunci

11 risposte a “nothing more, nothing less..only in my mind

  1. Il ricordo che ho é leggero, troppo per appoggiarmici come nipote.
    Ma come padre posso scriverti che mi sembra di vederlo qui, sorridere con gli occhi e con la bocca, orgoglioso di ció che é questa sua figlia.

    ti lascio un mio sorriso, questo trascurabile ma vero quanto sai.

  2. Certo che vi ritroverete, certo che vi riconoscerete. Ho una fede infantile in queste cose, e credo che l’amore sia più potente del tempo e dello spazio, e attraversi le dimensioni e la nostra umanità

  3. la vita è dura, e a volte comincia presto, ad esserlo…

  4. penso che nulla si crea e nulla si distrugge, resta comunque l’energia vitale che torna in circolo all’infinito.
    e, naturalmente, il rumore dei ricordi.
    un saluto a quella parte di dna di tuo padre che vive in te.

  5. Lo spazio che ci ha diviso è un po’ più breve del tuo 15/08/1978 10/12/2008

    Un’altra cosa che ci accomuna…

    Questa notte ti ho sognato in un letto di un ospedale, mi dicevi che volevi tornare a casa cercando di sconfiggere la morte, sforzandoti di rimanere attaccato alla vita con i tuoi ultimi respiri coraggiosi. Alla fine il tuo cuore generoso ha ceduto come se alla fine avessi accettato il tuo destino, il mio destino. Quanto mi manchi, nonostante siano trascorsi trent’anni anni, come se sulla scacchiera della vita mancasse il pezzo più pregiato. Padre, non sei ancora morto dentro di me, perchè una persona che ami muore soltanto quando smettiamo di pensarla, quando smettiamo di ricordarci di lui. Se solo potessi tradurre in parole quello che provo realmente, un vuoto così profondo, che solo in rari momenti solo le persone che amo e che mi amano riescono a colmare.

  6. grazie per aver avuto il tempo di passare e di lasciare un commento..
    oggi non sono triste..sembro una ragazzina hippie, che qui nevica, e ho pure gli scarponicini che lasciano la forma dei pesciolini sulla neve :)))
    gl’anni non passano invano, rimane quel non so chè, quella domanda di sottofondo : ma se fosse vissuto come sarebbe stata la mia vita?

    ecco. quella è la domanda che non avrà mai risposta.

    per il resto mi sono aggiustata :)))))

  7. Non udiremo mai questa risposta, ma sappiamo come siamo adesso e non ci possiamo davvero lamentare…

    E’ bello vedere nevicare, da la senzazione dei tuoi coriandoli colorati che conservo da un po’ di giorni nelle mie tasche :)))))

  8. p.sss….lo so che è irriverente, ma metto il link ad un post di zauber su un preservativo usato che atterra su kant…da morir dal ridere :)))
    anche tu ridi, lo soooooooo…………

    http://zauberei.blog.kataweb.it/2008/12/10/madeleinette-con-commedia-rosa-allitaliana-sigh/#comment-21470

  9. Mi piace il tuo modo commovente e delicato di parlare di un’assenza così importante. Spero che tuo padre sia da qualche parte, e che possa vederti.

  10. Arrivavo per lasciarti un commento su un papà necessario e sull’amore che lo circonderà comunque.

    Eppoi tu mi cambi il template, e mi metti ‘sto calcio in culo… che, a dirla tutta, ti rappresenta davvero, nel bene e nel male…

  11. buongiorno!…e io che mi vedo tutta mielosetta in questo periodo .)))…gentilegentilegentile…sempre un pò ruvidina, ma è solo apparenza ehhh..

    grazie per le parole che avete lasciato..

    oggi giorno nuovo di zecca..speriamo che vengano ad aggiustare l’impianto in ufficio se no si lavora dinuovo con la giacca a vento e i guantini :(((((

    on running..minnie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...