volio una caracara

Allegra da piccola era una bimba molto carina, come lo sono tutti i bimbi del mondo. Occhi neri grandi grandi, capelli con i ricci morbidi, cicciottina da mordere..

Cascava sempre e aveva bozzi ovunque, una piccola cicatrice le è rimasta sulla fronte.

Alla sera, quando le mettevo il pigiamone, quelle tute che partono dai piedi con la cerniera lampo e in un attimo sono infilate, mi diceva…mamma volio una caracara

E questa mattina di sole invernale, che già si sa che la giornata è più lunga di un minuto rispetto a quella di ieri, in questa mattina, mi è venuta in mente la caracara.

E’ un abbraccio stretto, con una carezza sui capelli, un respiro del profumo di buono dell’altro, un bacio sulla fronte : tutto insieme, con i movimenti del corpo e delle mani che si uniscono e danno calore.

 

Caracara alle mie bimbe che sono cresciute, alla Cristina che sono e che sarò, alle persone a cui voglio bene anche se non sto a dirlo sempre, agli amici che allungano la mano, al mio piccolo mondo personale che mi sono inventata, caracara…

Annunci

5 risposte a “volio una caracara

  1. caracara a te, dolce Cristina e a tutto il tuo mondo

  2. E quindi caracara a te, alle tue figlie, a tutte le persone che ami.

  3. Ti scrivo Buon Natale scritto col lapis…

  4. :))))….leggendo qua e la si scoprono cose, eh Marco???….

    baciottini a voi..un pò di corsa, come tutti..ma torno stanotte..come gesùbambino. ECCO.

  5. Auguri, caracara. Cioè, cara al qudratro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...