OFERET YEZUKA’

Miliband, ministro degli esteri inglese : ” L’aumento dei razzi lanciati contro Israele dal 19 dicembre e l’enorme perdita di vite umane avvenuta sabato rendono questa fase particolarmente pericolosa. La comunità internazionale nella sua interezza dovrebbe esserne allarmata”. Tipicamente inglese, dovremmo essere allarmati. Yes, sir.

Il Papa : ” Vi imploro basta sangue questa violenza è inaudita “. A ebrei e musulmani, che manco sanno chi è il papa. Hanno spento le lucine sulla grotta di Betlemme.

Frattini, ministro degli esteri italiano : ” Condanniamo il lancio dei razzi da parte di hamas su israele , e mandiamo aiuti umanitari ai palestinesi” . Un colpo al cerchio e una alla botte. Siamo italiani. oh yeahhhh

Oferet Yezukà è il titolo di una celebre filastrocca per bambini che cantano in occasione di hanukà.

Dato che la cantano i bambini dev’essere parso un bel nome per la campagna al massacro di hamas .

piombo fuso.

hamas non è una banda di boy-scout , affama il suo popolo, non ha una stategia politica di respiro ampio per cui il popolo palestinese venga riconosciuto dagli altri stati arabi, non ha nessun interesse a costruire.

non ho nessuna ricetta, che se no mi chiamerei con un altro nome e cognome.

leggo, guardo, cerco di capire.

e nel mio piccolo so che gli appelli lanciati non servono a nessuno, neanche a chi apre la bocca per dirli.

speriamo, almeno, che qualcuno , in silenzio, stia facendo qualcosa.

Annunci

11 risposte a “OFERET YEZUKA’

  1. Non posso che essere d’accordo con te, anche se oramai ci spero poco.

  2. buongiorno..spero che abbiate notato la foto in alto che è cambiata. sono bambini. afgani, rom, palestinesi, italiani, rumeni, russi, neri. sono bambini che comunque vengono violentati ogni giorno : ai quali non è permesso crescere. crescere giocando, andando a scuola, prendendosi una sgridata per un brutto voto, litigando con i fratelli, baciando la mamma.
    dovremmo fare un grande sforzo : pensarci.
    pensare a loro, pensare che loro non possono.

    grazie a chi mi ha trovato la foto, perchè ha capito che volevo una foto con il sorriso , dell’essere comunque futuro.

    shalom

  3. I bambini imparano ciò che vivono.
    Se un bambino vive nella critica impara a condannare. Se un bambino vive nell’ostilità impara ad aggredire. Se un bambino vive nell’ironia impara ad essere timido. Se un bambino vive nella vergogna impara a sentirsi colpevole. Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente. Se un bambino vive nell’incoraggiamento impara ad avere fiducia.
    Se un bambino vive nella lealtà impara la giustizia. Se un bambino vive nella disponibilità impara ad avere una fede. Se un bambino vive nell’approvazione impara ad accettarsi.
    Se un bambino vive nell’accettazione e nell’amicizia impara a trovare l’amore nel mondo.

    Doret’s Law Nolte.

  4. grazie marco. peccato non vivere in un mondo perfetto :)))…ci tentiamo, oh se ci tentiamo, anche nel nostro piccolo.
    e siamo, tutte le volte, destinati ad ammettere che è impossibile.
    l’importante è cercare di crescere i nostri figli con dei valori..il resto sarà.

  5. gli appelli servono almeno ad aumentare la consapevolezza, a non far dormire tutti i sonni possibili. Ma non bastano, bisogna capire e schierarsi, non tutto è eguale nelle ragioni e scava scava si potrebbero trovare cose sorprendenti: ad esempio che il partito della trattativa di fatha, viene sconfitto da entrambe le parti, falchi israeliani e hamas. Che la fine della presidenza usa coincide con l’attacco, che l’europa è troppo timida per evitare le stragi, che è difficile per un palestinese decidere che è giusto essere bombardato, che la pace nei giorni di festa subisce i peggiori insulti senza reazione.
    Carne senza valore d’anime. Basta silenzio, basta.

  6. L’importante è metterci tutto l’impegno possibile, anche se talvolta non può essere sufficiente… il resto sarà.

  7. ma purtroppo il mondo è sempre stato così, guerre, prevaricazione, violenza, fame da una parte e lusso dall’altra, una mescolanza di sopraffazione torto e ragione da entrambe le parti, sempre…..
    essere comunque futuro….ma il futuro sarà come il passato, perchè questo è l’uomo.
    detto da una che chi passa qui sa come la pensa, e sa che comunque mi do’ da fare in prima persona, per quello che posso: ma questa è la realtà.

  8. mi piace la testata nuova di zecca della tua casa.
    un invito, una speranza.
    speriamo, cristina, senza arrenderci mai.

  9. La prima cosa che ho notato, Cri, la tua nuova testata.
    Per i bambini perdo la testa, difficilmente lo ammetto, perché so, mi sembra, una forma di “debolezza”. Allora lo dico: adoro i bambini. Odio la guerra, la violenza, in ogni sua forma, in ogni suo aspetto. Se poi questa violenza colpisce i bambini, si ritorce su di loro la trovo insopportabile.
    Anche io non ho ricette, soluzioni. Solo speranze. Desideri. Di quelli forti, che ti fanno sognare, sperare di addormentarti e svegliarti in un mondo migliore.

  10. questa guerra decennale mi lascia perplessa… credo che non ce la raccontino giusta… credo che ci sia qualcuno che ci guadagna in questa situazione, da entrambe le parti e lo fa sulla pelle di palestinesi ed israeliani

  11. sofficipensieri

    Anche io spesso mi chiedo che senso abbiano tutti questi appelli… Mi sembra che siano solo palliativi per mettersi a posto la coscienza. Si sentono a posto, i potenti, perché hanno rilasciato una dichiarazione, hanno implorato o chiesto una preghiera.
    Consoliamoci pensando che ci sono tanti angeli che lavorano in silenzio, associazioni umanitarie che nonostante gli appelli non hanno lasciato la striscia, non lasciano soli gli abitanti di Gaza. Sono loro la nostra speranza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...