storia di un uomo che provò ad inventare un mondo

C’era una volta un uomo qualunque che abitava in una città qualunque, in una periferia qualunque come lo sono tutte le periferie del mondo. Prendeva ogni mattina la metro per andare al lavoro : stessa stazione qualunque, stesso binario, stessa ora. E ogni mattina la vedeva.

Non sapendo il suo nome decise di chiamarla Mia. Gli piaceva da morire Mia. Aveva occhi neri grandi bistrati con il kajal e faceva enormi bolle con il cicles color rosa : tonde come O e poi paf..rumore lieve, e lestamente lei raccoglieva con la punta della lingua la gomma scoppiata per ricacciarla in bocca.

Guardava sempre fuori dal finestrino , e nelle orecchie aveva le cuffiette dell’i-pod. Non lo degnava di uno sguardo. Perchè avrebbe dovuto?

Era un uomo qualunque, dopotutto.

Lui  faceva un mestiere strano : disegna sedie al computer. Da trent’anni :prima su carta, adesso virtuali. Sedie di plastica colorate, blu, rosse, gialle, nere, arancioni..ma sempre sedie erano. Nella pausa del pranzo, mentre mangiava un panino tonno-carciofini , un panino qualunque, cominciò a pensare di disegnare qualcosa per Mia.

Una strada del quartiere colorata di blu?  O due lampioni verde flou?. Le mani, un po’ appiccicose di tonno, correvano sul mouse e disegnavano strade, case, negozi, bambini, cani, gatti, lampioni.

Era nato il mondo di Mia e di lui.

Adesso aveva una ragazza, come tutti. La loro casa, i loro bambini, un cane e un gatto. Abitavano in un bel quartiere, verde il giusto, con la panettiera e il verduriere, il macellaio, la scuola : non era più la periferia di un quartiere qualunque, in un città qualunque, ma soprattutto lui non era più un uomo qualunque.

Una mattina decise di portarsi il pc appresso. Come al solito Mia masticava la gomma, aveva le cuffiette, guardava fuori dal finestrino, e scoppiava bolle.

Lui le sedette accanto e apri lo schermo. Le battè lievemente sulla spalla. Lei si voltò sorpresa. Lui le indicò lo schermo e cominciò a far scorrere le immagini.

Il mondo di Mia e di lui.

Mia guardava e scoppiava bolle a ritmo sostenuto, sempre con le cuffiette nelle orecchie.

Arrivarono al capolinea.

– L’ho fatto per te – disse lui

. Aha – rispose lei

– Perchè volevo dirti che sei bella

– Aha – annui lei

– Voglio regalartelo, il mondo per te

– E che me ne faccio ? – chiese lei

– Ci vivi con me – disse lui sorpreso dalla domanda

Lei lo guardò strano, si alzò di scatto e uscì di corsa dalla carrozza.

Da quel giorno lui non la rivide più.

L’aspettò giorno dopo giorno , fantasticando sulla sua voce, immaginandosi i discorsi, la voce di lei, le bolle con la gomma.

Poi capì che lei se n’era andata.

In una pausa pranzo, mangiando un panino tonno-carciofini qualunque, cancellò il mondo di Mia e di lui.

Continuò per tutta la vita a disegnare sedie.

Annunci

6 risposte a “storia di un uomo che provò ad inventare un mondo

  1. ma come mai nessuno ha commentato questa, è bellissima! l’hai fatta vedere alla holden? mi piace proprio molto, anche più di quella che mi hai mandato!

  2. ECCO. grazie animuccia, che non mi ha cagato nessuno su questo racconto. :(((

    in realtà nasce da quel video che ha messo basker di uno che crea un mondo per una donna..ed è complicato creare un mondo per qualcuno : forse si può fare insieme e non sempre ci riesce…

    GRAZIE ANIMUCCIA…dici che lo mando ad emiliano ??…o magari me lo stampo e diventa il racconto nr 2……:)))

  3. carinissima sta storiella, lieve lieve lieve…
    brava cristina!

  4. :))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))

  5. mi piace anche me di più questa qua… tanti modi di lettura, tanti torti e tante ragioni… e nemmeno un briciolo di piombino…

    ma non osavo tanto dirlo perchè come ho detto non sono attendibile…

  6. ho fatto una cosa..l’ho messa su word, ho aperto una cartellina HOLDEN e messa li…siamo a 2 raccontini…ce ne vorranno almeno una ventina..:)))

    ho capito che riesco a scrivere racconti..e dire che come lettrice ho sempre preferito i romanzi..come si cambia, nella vita :))))

    grazie ragazzine belle..per l’incoraggiamento ehhh………

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...