una scatola di cerini e un guanto da pompiere : storia di equilibri e seduzione

ognuno ha il suo, di equilibrio.

che è figlio della saggezza che ci portiamo dentro, che è figlio di quello che

siamo stati, che è figlio dei nostri errori , che è figlio della nostra innocenza

che è figlio della sofferenza, che è figlio di quello che abbiamo sacrificato,

che è figlio mio e non tuo.

equilibrio per poter accostare il palmo della mia mano alla tua senza

bruciarmi

equilibrio per non chiedere ed ottenere molto

equilibrio.

solo chi ha l’ha perso e ha sputato sangue e anima per riaverlo

immolerà

una parte di se per non perderlo più.

come una bambina pagliaccia metto un piede dietro l’altro scivolando

quel tanto che basta per riequilibrare

come una bambina pagliaccia sorrido fiera al mondo

per rinascere grande.

 

equilibrio del sè.

Annunci

9 risposte a “una scatola di cerini e un guanto da pompiere : storia di equilibri e seduzione

  1. e si sa che i pagliacci serbano malinconie bellissime.
    A volte col trucco, a volte no, si continua a sorridere, fiere.

  2. buongiorno michela..ho voluto scrivere qualcosa sull’equilibrio di se, di quanta fatica costa mantenerlo a costo di rinunciare a qualcosa..
    la bambina pagliaccia ha malinconie sue, e sorrisi suoi, riservati a chi la sa vedere al di la della sua faccia da grande.

    buona giornata..piovepiove..ma noi andiamo in america, con i nostri neeeeeh e l’acqua e meeeenta..che ci frega più???

  3. equilibrio?

  4. sai quella cosa tipo bilancino per cui stai bene, non sei una pazza isterica, ce la fai a sopportare i tuoi figli, lavori senza stress, non ti riempi di benzo, non vai in paranoia acuta se un uomo ti dice non fai per me ???????

    quello, animuccia. :)))

  5. ahhhhhhhh……………ecco.
    potrei provare con le benzo. che il resto, appunto….

  6. equilibrio.
    ma chi se l’è inventata questa forma di follia.:-)

  7. sai gittie penso che se la siano inventata quelli che hanno vissuto molto. quelli che hanno vissuto la follia, quelli che hanno pagato un prezzo spropositato per attimi senza tempo.
    quei signori lì hanno inventato l’equilibrio. che è una cosa preziosissima. più dell’oro e dell’argento e della mirra. tra vent’anni tu avrai la mia età, e io ne avrò settanta.
    ci ritroveremo, gitti, e capirai che solo dalla follia vera può nascere l’equilibrio.
    se avrai avuto la fortuna di viverla,

    cristina

  8. sperando di avere la fortuna di viverla, già.
    (che poi la mia era una battuta, lo sai, ma grazie delle tue parole, le farò mie)

  9. lo so che ra una battuta..chissà se è poi una fortuna veramente vivere la follia..o forse sono migliori le vite quiete, dove ci si accontenta di quello che si ha, non si vuole sentire nè vedere..semplicemente vivere.

    chissà, gittie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...