Auguri amore mio

Ventiquattro anni fa stavo per partorire la mia prima figlia, avevo ventisei anni e stavo vivendo, senza saperlo , come alice nel paese delle meraviglie.

Certezze granitiche che mi arrivavano da lontano, ribellioni domate, un ragazzetto senza arte ne parte come padre di questa figlia amatissima, tutto risolvibile, tutto pulito, tutto non c’è problema.

A rivederli oggi erano giorni felici, avevo una casa con la tapezzeria in camera di Camilla con le nuvolette, un letto grande in cui dormire che era quello di mamma e papà della casa di campagna , forse sigmund qualcosa avrebbe detto  :a me pareva una continuità, l’ansia aveva smesso di massacrarmi e ancora non sapevo che avrebbe ripreso implacabile senza che nessuno se ne curasse più di tanto, insomma ero una donna incinta con il mondo ai miei piedi in attesa che facessi la parte che dovevo fare.

Fu un estate perfetta, quella del millenovecentottantacinque : non so se ve la ricordate : calda ma non troppo, mai una pioggia, mai una sbavatura, erano ancora tempi in cui berta filava, si partiva per l’america, le mauritius, i soldi giravano, i vanzina e le finte bionde anche, cavalli e versace vestivano le donne come leoparde e la principessa diana recitava la parte della principessa diana.

Allattavo guardando arbore, lessi umberto eco e kundera sotto le betulle con la carozzina accanto, il ragazzetto compì trent’anni e io gli preparai la sua torta preferita : pan di spagna farcito con la crema pasticcera ricoperta di cioccolato, misi le candeline azzurre, vestii Camilla come una bambolina e gli cantai tanti auguri a te.

A dicembre del millenovecentottantacinque ero dinuovo incinta, perchè volevo ripetere il miracolo : ma le cose non si ripetono mai , neanche gesù andò due volte al matrimonio di canaa.

Domani Camilla compirà ventiquattro anni.

Auguri amore mio.

Annunci

11 risposte a “Auguri amore mio

  1. mi hai fatto venire le lacrime

  2. qui la parola Amore ci sta bene. Auguri a Entrambe. 🙂

  3. grazie per avermi lasciato un segno, una parola di condivisione. per un ricordo molto mio, lontano lontano, eppure da lì, da Camilla, iniziò la costruzione di Cristina, la consapevolezza che loro sono state e saranno sempre la parte migliore di me.
    non so se sono stata una brava madre : alle volte forse no. ho sbagliato in alcune cose, ho cercato di dare e di prendere da loro qualcosa che mi scaldasse quando avevo freddo.
    le ho amate molto, queste figlie.
    mi hanno salvato la vita. mi hanno evitato depressioni e malinconie inguaribili, non ho mai potuto giocare alla bella addormentata nel bosco perchè loro mi hanno sempre obbligato ad essere lucida ed orientata.
    le ringrazio di tutto questo.

    sorridi, pipù , che se ti raccontassi la mia domenica mattina con violetta all’ikea capiresti la pazza di cogne :))

    e grazie a willy, il perchè lo sa.

  4. ma allora sei del 59? come me, …
    di quella torta con pan di spagna crema pasticcera e cioccolato, non ne hai avanzata ? mi hai fatto venire l’acqulina in bocca,.. oltre al pugno nello stomaco nel rammentarmi quell’estate, estate per me meravigliosa ma ormai così distante …..le fai ancora quelle torte? potresti metterne una nel blog ed invitarci …

    antonio

  5. antonio, vuoi una fetta di torta dell’85???

  6. buongiorno!!…mi sa che quella torta è finita antonio..un giorno o l’altro potrei pure rifarla :))

    1959 oh yessss…anni buoni, quelli..razza piave, ecco.

    solesole..ma l’aria è frescolina come la lepre marzolina…

  7. auguri.
    🙂
    associo l’estate dell’85 a “quelli della notte”
    …li ascoltavo disegnando, anno splendido,
    giove nel segno e tuttoquanto a posto.

  8. Auguri Camilla! Di cuore

  9. Eh, l’estate dell’85…
    Cioè, non divaghiamo. Tanti auguri a Camilla!

  10. Ih io a venticinque anni ero in zona ricovero in clinica più o meno:) Non era non solo tempo per figli, ma anche le relazioni umane erano un tantino tragiche.
    🙂 Tanti auguri alla figliola e a te:)

  11. Sono Camilla la destinataria di queste bellissime parole,di questi stupendi ricordi che la mia mamma mi dona con il cuore!Io non mi ricordo di quell’estate e di quella fantomatica torta ma ciò che sono adesso è anche merito dell’amore e dei sogni che c’erano in quel dolce.Ti ringrazio di tutto mamma e ricordati che tutti i tuoi sogni per noi figlie vivono in noi.bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...