Che ne sapete voi di aborto? che ne sa il vostro Dio ?

Ci fu detto ” tu partorirai con dolore ” e da secoli siamo terrorizzate all’idea di morire di parto, tra dolori atroci, con bambini soffocati nel sangue del distacco placentare : senza ribellarci, così ha decido un dio che mai partorì.

Adesso che nei paesi socialmente avanzati effettuano epidurali come routine, ancora ci si vanta, da noi, di travagli lunghi 24 ore, di dilatazioni manuali, di bambini espulsi mezzi morti e resuscitati…ah tu hai fatto il cesareo?…mmmmhhhhh bè ti sei persa TANTA ROBA , il bello della nascita te LO SEI PROPRIO PERSO.

Dell’aborto ancor peggio : giusto, giustissimo, morire con l’utero perforato da un ferro da calza, giusto , giustissimo, morire avvelenate da decotti di prezzemolo, giusto, giustissimo gridare che un figlio non lo vuoi mentre ti butti nel pozzo e la paghi, puttana.

Se poi creiamo una legge per farlo, l’aborto, in ospedale, giusto, giustissimo, che gli uomini , che di queste cose se ne intendono assai, obbiettino, tutti figli di mammasantissima, tutti devoti alla madonna, tutti cattolici, tutti a dire ma perchè non ti butti nel pozzo, puttana.

Come, scusi? A pagamento ?…Ah, be…si…guardi, venga nel mio studio che ne parliamo.

Adesso la RU.

Che toglierebbe, sempre secondo i maschi, che se ne intendono tantissimo della faccenda, la parte sporca dell’aborto, i ferri, l’insulto, la paura dell’anestesia, diventerebbe una questione intima, tra la donna e il suo feto.

e mica va bene ehhh..che quelle puttane la smettano di voler fare di testa loro, che l’hanno voluta la bicicletta, la pillola, il divorzio, lavorare fuori casa, adesso pure abortire senza un minimo di controllo, senza sentirsi assassine, senza ospedale, senza vedere neonati passare davanti alla porta, ehhhhh…..che cosa vogliono ancora???

alle crociate !! ai roghi !!! 

 bruciamole tutte, bruciamole ancora.

Cristina

Annunci

12 risposte a “Che ne sapete voi di aborto? che ne sa il vostro Dio ?

  1. Fosse per qualcuno dovremmo essere bruciate in eterno, Minnie.
    E’ che noi abbiamo in casa il Vaticano: sarebbe stato meglio avere la peste.

  2. concordo, enne. il Vaticano ha impedito che questo paese diventasse adulto, libero di avere leggi non sempre sottoposte a giudizio : che poi mi chiedo , ma noi andiamo mai a sindacare se quello che dicono loro è giusto o sbagliato? chi vuole crede, chi non vuole fa altro.

    buonaserata, enne. e sarebbe pure ora che le donne in quest’ Italia miserrima si facessero sentire anzichè pensare sempre solo a come entrare nella casa del grande fratello ehhhh……..

  3. d’accordo su tutto, Cristina.
    faticoso essere donne, una fatica immane.
    eppure io sono felice di esserlo. di essere donna, mamma, donna che lavora.
    io non ho fatto il cesareo e nemmeno l’epidurale, ma sono stata davvero fortunata, pensa che la piccola è nata davvero in pochi minuti.
    ma ogni donna ha il diritto di scegliere. dovrebbe avercelo, senza subire ricatti o giudizi.
    domenica, ma è un po’ nuvolo. la grande è al mare da venerdì e la piccola ancora dorme.
    giornata casalinga, mi sa…

  4. in altre parole questo:

  5. La chiesa fa il suo lavoro di chiesa.
    E’ che l’Italia non è uno stato laico e questo provoca più danni che miracoli.
    Io so bene cosa significhi correre dei rischi, sono stata una minorenne con sorprese, sotto molti punti di vista.
    Ho visto infermiere e dottori con lo sguardo feroce e derisorio, ho sentito male dentro e fuori.
    Ma non voglio nemmeno continuare a lottare parlando di streghe e uomini cattivi.
    Sono per l’informazione, la divulgazione, la lotta trasparente e senza stati d’animo violenti che distolgono dal punto preciso del dibattere.
    Sono con Emma Bonino, o almeno con quel che scrive. E sul finire, baci.

  6. molto carina..fuori i preti dalle nostre mutande :))

    il fatto, cecilia, che qui sono tutte anestetizzate..che so..a parte emma bonino, non si è sentita nessuna..non una parlamentare, non un comitato..
    e poi il lavoro della chiesa , secondo me, non è impicciarsi delle leggi italiane..

    bacibaci, comunque.

  7. uno dei tanti modi nei quali stiamo tornando indietro, a passo di carica. scuola, istruzione, possibilità di lavoro, sanità, dignità, diritto di esistere ed eventualmente di non esistere o di non esistere più, leggi razziali, leggi liberticide, ecc. già ci sono posti in italia dove in due è un assembramento, dove non puoi mangiarti un panino per strada perchè è vagabondaggio, non puoi suonare la chitarra al parco perchè la polizia ti manda via, scenderemo ancora, lo so che non sembra possibile ma è così. viene inculcata la sensazione di insicurezza, e viene offerta sicurezza, e la gente abbocca. si sente rassicurata dal calore del focolare tv, dalla possibilità per tutti di vedere solo facce bianche in giro, di vincere al superenalotto, di farsi strada solo in quanto belle/i e furbi/e….è un posto troppo squallido, questo.

  8. non vorrei aver dato l’impressione che questa specifica cosa non mi dia abbastanza fastidio: la trovo veramente schifosa, questo fatto che ci si debba infilare di prepotenza, con violenza,nelle nostre coscienze, ostacolando l’aborto e non solo, ostacolando ancora di più quello che non da’ abbastanza sofferenza fisica e morale, e coronando il tutto con una bella scomunica. parlassero se ne hanno voglia alle cattoliche, e di quelle chi vuole continui a partorire con dolore 12 figli, ne hanno tutto il diritto. ma le altre, è intollerabile che tutte le altre, musulmane, atee, ebree, quelle che ti pare, semplicemente e sfortunatamente cittadine di questa m di paese, quelle devono essere libere di scegliere – ma questa è l’italia, e dispero che si potrà mai dire libera chiesa in libero stato, o stato laico, o simili.

  9. ciao animuccia..concordo e sottoscrivo quello che hai scritto. La chiesa non parla MAI SOLO PER LE SUE FANS…ha l’arroganza del pensare che TUTTE DOBBIAMO SEGUIRE I SUOI DETTAMI……so’ finiti quei tempi..sono finiti da un bel pezzo, ma loro continuano..con il silenzio dei nostri politicanti anche di sinistra, che pur di prendere 1 voto dei cattolici si mettono a 90 gradi e se lo godono pure…..

    ehhhiii……ci sei a roma la prossima settimana???

  10. A me quello che fa incazzare è quest’idea che la donna vada ad abortire a cuor leggero, tipo togliere un neo, suddai, cosa vuoi che sia.
    Non dubito che ci sia anche chi lo fa, che ci siano donne che pensano che sia un metodo anticoncezionale come altri, ma queste donne credo abbiano problemi ben più gravi, poverette.
    Che entrassero per 10 minuti 10 nel cuore di una donna che prende una decisione del genere e poi mi sappiano dire.

  11. ci vorrebbe umanità, pipù. per loro conta altro : non per niente s’inventarono torquemada.

    ci sono donne che usano l’aborto come anticoncezionale…ma penso che quello, come dici tu, per loro sia il minore dei mali e l’ultima preoccupazione. quando devi mangiare, quando sei clandestina, quando ne hai altri cinque di figli è complicato informarti, andare in un consultorio..capire la lingua, andare oltre alle tue credenze o a quelle del marito. ci vuole forza, coraggio..non sempre il mondo è bianco.

  12. http://tereza.splinder.com/post/21072201
    Non metto il link per farmi pubblicità ma solo per sottolineare, esattamente come fai tu, la realista, quotidiana, terrena presenza del problema, il suo essere di carne, dolore, pelle e anima, pelle e anima di donne intendo…tutto il resto son discussioni buone per ingannare il tempo e gli animi…animi stavolta, non anime: nell’inganno le anime non trovano spazio…
    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...