e il cielo, nel frattempo, è diventato scuro

distesa nel letto, appoggiata alla testiera, vedo i tetti di due palazzi con le antenne tim o vodafone, chissà, e laggiù la cima di una montagna.

alle 9 il cielo si sta scurendo, l’estate è nel suo massimo splendore, eppure si vede che da questo splendore pianopiano scenderà..ogni giorno una manciata di minuti in meno, finchè un giorno si dirà – appperò hai visto come si sono accorciate le giornate ?

con domani chiudiamo baracca e burattini e fino al 31 non se ne parla più, con il bisogno di porre tra noi un divario, un silenzio, torniamo a riparlare di budget e vendite tra tre settimane, facciamo altro, adesso.

i biglietti per roma sono sul comò, vicino a quelli per vienna, vicini a due foto di me bambina , vicini a un gruppo di candele , vicini ad una lampada bianca, sotto una foto delle torre gemelle in bianco e nero, come dire c’eravamo tanto amati.

sto leggendo cose sui russi, sui romanov..motivi particolari, nessuno. però mi affascina, la santa madre russia. e pure i romanov, pure le betulle nella neve di tolstoj. quindi, pur non essendo nominata da nessuno, comunico, caso mai fregasse, la mia attuale condizione di principessa romanova.

le figlie vanno e vengono, come palline nei bigliardini, entrano, escono, partono, comprano maglie in saldo, pantaloni a dieci euro, un giubbottino quindici, cose global, zara impera.

in fondo la quiete, lo stare bene, è di per se banale , attirano le grandi tragedie, gli amori spezzati, le passioni improvvise, gli sguardi che s’incrociano la prima volta, attira l’adrenalina e uno schiaffo che vola, una scenata, e la scopata liberatoria.

il cielo, nel frattempo , si è fatto scuro.

say you love me

Annunci

11 risposte a “e il cielo, nel frattempo, è diventato scuro

  1. ti lascio per un momento e tu scrivi di schiaffi, di scenate e per fortuna, anche di scopate liberatorie! Minnie, Minnie che succede?
    silvia

  2. buone vacanze Minnie, l’autunno rispetterà il suo nome, ma per fortuna è ancora di là da venire.

  3. silvia , se tu leggessi con attenzione avresti capito che non è il mio caso..infatti c’è scritto che lo stare bene, che l’essere soddisfatti è di per sè banale, che attirano altre cose. NON che io sono altre cose….e poi ti pare che io sia una che si prende schiaffi???????????…..buone vacanze, silvia.

    buone vacanze anche a te willy. l’autunno è là, una folata di vento e arriverà. in mezzo, ci sono cose belle.

  4. non penso che la quiete sia banale, cristina.
    è una faticosa conquista da lustrare ben bene, quando c’è .

  5. buone vacanze.
    io ci andrò e solo per una settimana quando tu rientrerai.
    quest’anno va così.
    ma non voglio e non posso lamentarmi.

  6. yes minnie, i love you

  7. grazie pipù…in fondo è questo che volevo sentirmi dire :)))

    però D nello scrivere la quiete e la serenità non rendono..nel plot ci vuole movimento, scene, ritmo, drammi, lacrime…prendi beautiful..grandi maestri dello scrivere una sceneggiatura sul nulla, condito da un andirivieni di presi-mollati-schiaffi-baci che incolla milioni di persone alla tv.

    quelli che poi si convincono che pure la vita reale sia così, e cercano storie così.

    io parto, rientro, riparto, e rientro. mi fermo in pianta stabile il 23 agosto : per il resto assomiglierò ad una pallina da ping pong :))

    oggi ultimo giorno di lavoro..archivio, metto in ordine, scrivo, si pranza tutti insieme..cose che succedono in tutti gli uffici del mondo …

  8. dipende da come si raccontano le cose, secondo me. Dino Buzzati (che sto leggendo) raccontava le cose semplici, la normalità, così bene, ma così bene che la descrizione di un pranzo ti mette appetito e un tragitto in bici, allegria.
    Altri s’inventano ritmi, scenari complessi, mortiammazzati e scopate strappamutande che ti viene voglia di uscire a guardare i piccioni.

    Buone vacanze Miss e parti e rientra, rientra e parti con valigie leggere e testa fra le nuvole.

  9. grazie, mad’am (alla maniera americana :))

    vado un pochino a roma dalla nostra amica , e ci starò benissimo…
    a vienna vado con la mia bimba più grande, per condividere il piacere di vedere musei insieme, klimt, la cripta dei capuccini…i know,you know, don’t u?
    quindi passerò ancora a scrivere qui e a leggervi.

  10. klimt, che invidia…mi piace tanto…e vienna, bellissimo! intanto, ti aspetta roma…qui altro che betulle e paesaggi innevati, slitte e manicotti di pelliccia, sguardi azzurri che si perdono in pallidi orizzonti, sale da ballo e valzer, ti toccherà solleone, asfalto che si scioglie, giapponesi in ciabatte di gomma e canottiera…

  11. e pure un’amica gentile e preziosa come te :)) mica poco, ehhhh……….

    finito!!!!!……ultimo commento dall’ufficio..ESCO…per quest’anno è andata..a settembre inauguriamo un quaderno nuovo..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...