le vertigini delle parole.

La bellezza delle parole, il loro uso per quello che vogliono dire senza mistificazioni, la purezza dello sfrondare, di arrivare all’essenza.

Mi piace capire.

Mi piace il mccarthy della strada e carver.

Il tirar via, farla breve.

Fascinoso.

Difficilissimo.

Non so chi di voi abbia letto il grande articolo di oggi su repubblica, una chiacchierata tra Scalfari e Martini.

Martini fa venire le vertigini.

Perchè ti rendi conto che se qualcuno è arrivato vicino alla verità quello è lui.

Forse.

Non una parola sprecata, tra quei due.

Non una parola che non si capisse.

Nessun giochino nessun trucco.

Solo un’enorme, immensa, fantastica padronanza del sapere.

Il resto lo si lascia a chi non sa e ha bisogno di barocco.

Annunci

8 risposte a “le vertigini delle parole.

  1. Anch’io sono per le parole e i concetti diretti e semplici, ma a volte è importante anche un tocco di sano barocco, purchè non diventi fumisteria fine a se stessa.
    Notte, Cristina.

  2. grazie cri, per la segnalazione che, altrimenti, avrei perso.
    impareggiabili, quei due.
    un sorriso.

  3. ciao D..ci sentiamo poco, prese da mille cose..ma il filo c’è sempre 🙂

    si , enne, basta che si capisca.

    oggi giornata stancante e piena di cose da fare..domani idem, venerdi più o meno…sabato convocata dalla referente di classe di viola..
    aleeeeooohohohoaleeeeeohohohoho :))

  4. non ho letto l’articolo di Repubblica, lo recupero stasera, ma mentre per Martini ho una grande ammirazione per la sintesi serena che esprime, per Scalfari, lo leggo e lo semplifico ogni volta. Lo trovo eccessivo di parole rispetto al suo modo di pensare fatto di tesi, presupposti, sintesi, come sapesse troppe cose e lo volesse far sapere. Carver, per me è un grande e basta.

  5. Ho letto soltanto il trafiletto in prima pagina dell’articolo che segnali, poi la giornata di ieri ha avuto il sopravvento con le sue mille e una incombenze.
    Stasera prima di addormentarmi vedrò di leggerlo.
    Del cardinale ricordo la prefazione a un vangelo acquistato alcuni anni fa, molto “illuminante”.
    Le parole…
    Giusto non sprecarne. Non si possono gettare al vento.
    Usare quelle strettamente necessarie è difficilissimo.
    Si può apparire avari.
    Mi piace scrivere racconti brevi che porgono le parole sul palmo di una mano e che dopo averli letti con un soffio si possono far sparire, pronti per una nuova storia…

  6. ho scritto un racconto, a giugno, quando il mio sangue scorreva lento ed io ero sempre stanca. l’ho scritto perchè la mia amica mi rompeva così tanto che era meglio scrivere che ascoltarla. l’ho spedito ad un concorso indetto dal comune di torino. M’è arrivata la lettera che verrà pubblicato, con tanto di nome e cognome, su un libro che il comune regalerà alle donne di torino per la festa dell’8 marzo.

    come dire….ho iniziato ad andare a scuola di scrittura e qualcosa sto imparando. mi piacciono i racconti, aquila, che colpiscono da qualche parte, che rimane qualcosa..se spariscono con un soffio vuol dire che non ti hanno segnato, che il tuo lettore è andato oltre…e se sei uno scrittore, o presunto tale, non vuoi che il tuo lettore vada oltre,no?

    ti è piaciuto l’articolo, willy?

  7. L’articolo mi ha confermato ciò che penso di questi due grandi uomini e cioè la chiarezza e serenità del cardinale Martini, anche nel dubbio e nel compromesso che trapela tra le parole di ciò che è possibile e in divenire. Di Scalfari sento l’importanza e una crescente adesione al ruolo di grande vecchio che costruisce la propria immagine definitiva. Sull’articolo penso sia troppo lungo e con una gestione insufficiente dei dialoghi, il contenuto è molto bello e stimolante. In particolare l’ultima parte.

  8. è vero, Martini fa venre le vertigini. Dal quarto bicchiere in poi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...