tessera ?

ogni tanto mi accorgo che il mio portafoglio sta per esplodere…ripieno com’è non di soldi, ovviamente, ma di tesserine plastificate.

ogni slick è un passaggio, ogni slick orwell strizza l’occhio da qualche parte lassù.

c’è la blu di feltrinelli, vecchiotta e piena di graffi, quella arancione della libreria della stampa che uso poco e non so bene se ho qualche sconto che mi aspetta, la fighettina di cartoncino della scuola holden che posso usare alla luxemburg con uno sconto fisso del 10%, dal librario del mio quartiere c’è una tessera a mio nome nel suo pc, ma ormai ci vado poco e non so bene come sono piazzata con il saldo punti.

tesserine mangiative..ho quella del pam, bianca e gialla con la scritta in verde “per te”, così da farmi sentire unica cliente pam, ho un po’ di punti, una volta ho preso una bilancia sui cui adesso staziona la radio in bagno, cè la rossa del gs-carrefour, neonata, con delle faccine sorridenti e la scritta spesa amica. amica di chi?  come su faccialibro, tutti amici.

dell’unicredit ho il bancomat e la credit card tutte arancioni, il bancomat consumatino la credit card fiammante che non la uso mai che poi bisogna coprirla.

tessera bellezza quella di perlier bicolore gialla e azzurrina, direi bruttarella, però ho lo sconto fisso del 25% su tutti i prodotti, essendo una cliente affezionata, azzurra con le nuvolette bianche quella del mio parrucchiere umberto, ma il numero di telefono si legge poco, scritto troppo piccolo, e quindi inservibile. Lui non fa punti o sconti.

tesserina di cartoncino gialla con foto dell’università popolare, ogni anno cambiano colore.

tessere azzurre italia per l’asl, con il codice fiscale, inutile dire che le mie figlie hanno perso la loro e la mia rischia di fare una brutta fine…quando vogliono comprarsi le sigarette di sera agli automatici dicono che devi infilare la tessera dell’asl perchè dal codice fiscale vedono quanti anni hai. naturalmente risulto essere un’accanita fumatrice, io che non fumo.

stavo per dimenticarmi della family card ikea, arancione pure lei. vado poco attualmente da ikea, avendo una casa ikea alla fine non è che ti puoi comprare otto klippan.

ops..tessera per noleggiare i dvd, night and day, blu con le scritte rosse, un po’ psicotiche, ma ormai si vede tutto da megavideo e quindi la tesserina night and day è poco usata.

ogni tanto entro in qualche negoziolibreriasupermercato e mi sento chiedere :

signora, lei ce l’ha la nostra tessera?

no – rispondo

beh, un buon motivo per farla, costa solo 10 euro.

inorridisco all’idea di avere un altro pezzetto di plastica da sliccare, e gentilmente dico che sono di passaggio.

sà, nel congo belga non saprei cosa farmene della sua tessera, dico sorridendo.

la signorina distoglie lo sguardo imbarazzata, prendendomi per l’ennesima mitomane pazza.

in effetti una che vive nel congo belga almeno dovrebbe essere abbronzata e non bianco cadavere….

Annunci

9 risposte a “tessera ?

  1. Anch’io ho il portafoglio pieno di tessere, ma non solo.
    Trabocca anche di scontrini che, spesso, sono il frutto di quelle tessere e che tengo per il “saldo punti”, che finisco per non utilizzare mai.
    Siamo persone-tessera, ormai.
    Possono ricostruire i nostri movimenti e le nostre abitudini con una precisione millimetrica.
    Un mio amico mi ha raccontato che utilizzava di solito la carta di credito per telefonare dagli apparecchi pubblici. Una volta, in un paese diverso dal solito, provò se funzionava in un apparecchio della stazione ferroviaria. Inserì la carta, vide che il telefono funzionava, la tolse ripeté l’operazione.
    Qualche giorno dopo pagò un acquisto in un negozio e gli dissero che la carta non funzionava. L’episodio si ripeté il giorno successivo e allora chiamo l’assistenza clienti. Gli risposero che la sua carta era stata bloccata perché avevano registrato un movemento anomalo.
    Chiese quale fosse stato questo movimento anomalo e quelli gli risposero che era stata inserita per due volte consecutive in un apparecchio telefonico, senza effettuare alcuna chiamata e quindi, prudenzialmente, l’avevano bloccata.
    Allora si sentì in obbligo di precisare che lui il portafoglio con la carta di solito lo infilava nella saccoccia posteriore destra dei pantaloni e che se qualche volta l’avesse inserito in quella sinistra, che non lo considerassero un movimento “anomalo”.

  2. se il Congo è belga, perchè mai si dovrebbe essere abbronzati?

  3. buongiorno..solesole e torino ferma per la giornata no smog. che tanto non servirà, ma fa molto buone intenzionzioni..come quando dico da oggi niente più dolci e poi mi metto in bocca un wafer friabile 🙂
    a parte ciò, ormai siamo schedati, perchè ogni volta che feltrinelli mi slikka la carta punti registra anche quello che acquisto e sa che non ho mai comprato un harmony ..e la catena pam sa che compro i prodotti con i prezzi migliori e non compro mai i capperi..insomma, cose così. quindi siamo ormai clonati tutti, non ce ne siamo resi conto, giorno dopo giorno abbiamo lasciato che le tesserine di plastica invadessero i nostri portafogli e ormai è troppo tardi per tornare indietro…

    hanno un sole meraviglioso nel congo belga, caro Oscar, e il minimo che puoi fare è diventare di un bel colore sano e mollare il bianco da morticia 🙂

  4. ma allora neanche nelle Antille Olandesi non si pattina sui canali ghiacciati? che delusione…

  5. pagare per l’ennesima tessera orwelliana no no no, gratis e ringraziami anche!

  6. Non compri mai i capperi, eh.
    E con la puttanesca come la mettiamo? La trovi in versione Findus?

  7. oddio Rob….neanche la provola affumicata..neanche il burro salato danese…alla fine compro più o meno le stesse cose..BLEAH !!!……che nella vita una i capperi per fare la pasta alla puttanesca se li potrebbe pure comprare ALMENO UNA VOLTA :)))

    concordo, pipù..infatti la tessera di fnac col cazzo che la faccio…8 euro !!!!…..e poi a me fnac come libreria manco piace. oh.

    antille olandesi c’è il pirata barbanera, oscar..brrrrrrrr

  8. Sono allergico alle raccolte punti,solo carte di credito e la tessera dello slowfood.

  9. snob come solo i piemontesi sanno essere, mr lanza 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...