ora è tardi anche per questo

Mi faccio accarezzare dalla tua voce suadente : entrambi facciamo finta di credere a parole vuote

–          tornerò tardi stasera. Una riunione improvvisa.

–          Lascio qualcosa di pronto?

–          No. Grazie, non ti disturbare. Mangerò qualcosa prima di rientrare.

Non più tardi di sei mesi ci avrei creduto , ora è tardi anche per questo.

Alle volte mi chiedo come sia.

Lei.

Più bella di me? Capelli corti o lunghi? Fianchi stretti o materni?

E la voce? Da isterica o roca, come jessica rabbit?

Mi hanno detto – lascia perdere. Non ci pensare.

Già.

– E’normale che dopo tanti anni di matrimonio abbia una sbandatina – dice la mia collega.

Già.

Una sbandatina.

Una sgualdrina?

Una sciocchina?

Sei mesi di osservazione del nemico .

Tu.

Annuso le tue camicie prima di metterle in lavatrice. Una volta pure le mutande.

Come dire, il fondo.

Mi siedo sul divano per correggere i compiti dei miei alunni su Cimabue.

Guardo il nostro salotto.

Tutto in ordine, non un posacenere pieno, le piante ben curate, i quadri d’autore appesi al posto giusto.

Soffocante.

Tu.

Tutto.

In questi sei mesi ho aperto le buste dei resoconti dell’American Express per spiare le tue spese.

Poi le rincollavo.

Ho visto ricevute di fiorai, due alberghi qui in città, ristoranti.

Bastardo.

Tu.

– E’normale dopo tanti anni di matrimonio che non scopiate più – dice la mia collega pietosa.

Scema.

Io.

Mi sono chiesta quando finisce un matrimonio.

Quando non si scopa più?

Quando si va dall’estetista ogni due mesi che tanto le gambe non te le guarda nessuno?

Quando cominci a credere che le riunioni serali siano normali ?

Quando abbiamo deciso che ma no un figlio no ci bastiamo noi e il nostro amore?

Quando ho pensato che a Londra era meglio andarci con Rosetta che non con te?

Sono andata anche dall’avvocato.

Potrei rovinarti.

Conosco le cifre dei tuo conti esteri, il nero che prendi a fine anno, potrei fare come la moglie di Mario Chiesa.

Bastarda.

Io.

Continuo a pensare e a correggere i compiti, matita rossa, matita blu.

(continua su una pagina word)

Annunci

5 risposte a “ora è tardi anche per questo

  1. e se lui avesse un uomo e non una donna come amante? e se la matita blu si rompesse sotto un impeto di rabbia e la portasse a pensare a questa possibilità?
    sono solo idee……

  2. silvia, inquietante…ma capita….ne ho conosciute, che hanno avuto questa sorpresa, rientrando a casa…

  3. Non capisco quelle storie dove,mentre uno ha già distrutto tutto,l’altro continua beatamente a credere che vada tutto a gonfie vele.

  4. questo è un racconto, Lanza. non è una storia vera. i personaggi sono inventati, oppure c’è un pochino di tutto noi…comunque tutti abbiamo pensato, anche solo per un attimo, che tutto va bene.
    poi, pianopiano, ti guardi allo specchio e capisci.
    poi.

  5. Senza scadere nella famiglia-mulino bianco, c’è un modo per essere felici insieme, per affrontare le difficoltà insieme?
    Secondo me c’è.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...