millenovecentonovantadue : gennat e violetta

guardo la foto della ragazzina con la pistola.

lei è vestita di nero, ma ha gl’occhi guerrieri.

guardo violetta che si sta preparando per uscire, ormai la nostra porta di casa assomiglia a quella del grand hotel

un giro e si esce , un giro si entra.

io e la madre della ragazzina occhi guerrieri eravamo incinte nello stesso anno.

violetta stasera indossa un paio di jeans, camicettina a righe, golfino di zara marrone, all star sfondate, capelli piastrati.

gennat indossa i vestiti da insetto nero.

violetta forse ha un filarino, non si sa bene , perchè le depositarie dei suoi segreti e dei suoi amori sono le sue amiche.

gennat è già vedova.

violetta vuol fare la rivoluzione per rendere la scuola più giusta e solidale.

gennat combatte il nemico russo e usa le pistole.

non so niente dei drammi della gente di gennat.

però lo czar russo ha gl’occhi da bestia.

gennat e violetta sono nate nello stesso anno.

violetta stasera va ad una cena e poi all’aska.

gennat si è fatta saltare in un vagone della metropolitana.

penso a sua madre.

Annunci

9 risposte a “millenovecentonovantadue : gennat e violetta

  1. Nel momento in cui si diventa madri non si può fare a meno di immedesimarsi in ogni madre di un figlio che ci colpisce, nel bene o nel male.

  2. è vero nico. anche tuo figlio ha l’età di gennat, anche tu eri incinta con noi..
    magari la mamma di gennat è fiera di quella figlia, ma non la sentirà mai più ridere.

    buona notte a chi passa… e buona pasqua

  3. Si, penso a sua madre, ma anche a tutti quei posti in cui la guerra è pane quotidiano.
    Cecenia, Medio Oriente, Congo, e la lista sarebbe molto lunga.
    Bambini soldato, bambini kamikaze, stupri di massa, o “semplici” massacri. Storie di violenza e resistenza per noi incomprensibili.

    Quanto poco ne sappiamo del mondo?

  4. poco Rob..pochissimo. stiamo nel nostro orticello, al massimo usciamo per navigare in uno spazio piccolissimo del web.
    il resto è un enorme buco nero.
    d’ altronde che ne sanno loro di noi?..forse conoscono paoloroossigooool, qualcuno due spaghetti se hanno conosciuto dei missionari cattolici.
    anche noi siamo un buco nero.

    c’è il sole, finalmente…i prati saranno pieni di avanzi di carne, bottiglie vuote, uomini in canottiera rigonfi di birra giocano a pallone, le donne parlano di figli.
    anche quello è un buco nero.

    esco. 🙂

  5. Almeno lei ha avuto la possibilità di scegliere,al contrario delle quaranta persone uccise mentre andavano a scuola e al lavoro.

  6. sicuro, Lanza?..sicuro che Gennat abbia potuto scegliere?
    forse conosci più di me la disperazione dei ceceni , del daghestain..io non so.
    come dire, un palestinese che nasce a ramallah, quante scelte può fare?

  7. quante scelte puoi fare, quando nasci e c’è guerra, vivi, hai figli e continua ad esserci guerra? diventa davvero l’unica cosa che conosci. alla violenza non ci sarà mai fine.

  8. Chi spinge bambini o adolescenti a farsi ammazzare o a ammazzare altre persone non è altro che un criminale, che come tale andrebbe trattato.
    Qualsiasi pseudo-motivazione accampi per il suo comportamento.

  9. concordo con te. come per i pedofili. nessuna tregua e nessuna pietà, neanche ai preti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...