quante persone si possono amare contemporaneamente?

E’ difficile da maneggiare questo post , che non ha nessuna pretesa. Neanche il film, Cosa voglio di più, non dà risposte : pone problemi, solleva dubbi e poi chiude con un finale aperto .

la storia è semplice : entrambi sposati, matrimoni normali, lui con due bambini piccoli, lei e il marito che ci stanno pensando (ai bambini), classe media in difficoltà, periferia di milano, lei del nord, lui calabrese integrato, case minuscole, mobili ikea , nessun interesse culturale…s’incontrano, all’inizio pare solo una botta e via poi s’innamorano.

bum !

i rispettivi coniugi fanno finta di niente, forse la moglie di lui abbozza un po’, intuisce, fa una media scenata che rientra subito, il marito di lei preferisce non sapere, fa meno male, forse.

ad un certo punto si dicono t’avessi incontrato prima : ma sarà poi vero ? Questa cosa dell’essersi incontrati al momento sbagliato, quando i giochi sono già fatti, i bambini già nati, le rate del mutuo già firmate ? Oppure la vita è così, ti incontri quando ti devi incontrare, perchè prima non ti saresti visto, troppo preso dal fare i bambini, dal firmare le rate del mutuo, dal credere che tutto è così meravigliosamente bello ?

mi è anche piaciuto che nessuno sbrodola nei verbi , non è che lui torna a casa dopo aver fatto sesso con l’altra e dice ti amo alla moglie. che è una delle cose che detesto di più in assoluto.

quante persone alla volta si possono amare?

si ama la moglie, il marito, l’amante, tutti insieme, uno perchè vive con te e fa parte dell’arredamento ormai, l’altro perchè ti fa girare il sangue e ti rivolta come un calzino, la moglie perchè è la madre dei tuoi figli e quandi l’amamiamo tout court come la madonna?

nessuna risposta, come il film.

la buonanima del mio psicanalista diceva che le risposte sono dentro di noi, che le conosciamo bene, che con noi stessi non possiamo barare :possiamo decidere di non scegliere, di non muoverci, ma tutto questo ha un prezzo altissimo.

andatelo a vedere, cosa voglio di più.

se in questo momento avete una relazione extraconiugale evitate di andarci con vostro marito o vostra moglie :  che rispondere a certe domande, dopo, può essere altamente imbarazzante 🙂

Annunci

18 risposte a “quante persone si possono amare contemporaneamente?

  1. Si possono amare tante persone contemporaneamente, ma tutte in modo diverso: compagna/o, moglie/marito, figli, genitori.
    Ognuno ha il suo posto.
    Niente si può sovrapporre.
    E per l’amore che ricomprene il sesso, c’è posto per una sola persona per volta. Non ci sono “se” e nemmeno “ma”, come va di moda dire oggi.
    Io sono drastico su questo: il bilancio costi/benefici si fa prima, altrimenti ci si trasforma in merdacce.
    Senza se e senza ma.

  2. a risolverla così mio caro aquila si è in pochi…o in tanti, dipende da che parti la guardi..se vai a vedere certe storie scopri di uno che aveva una storia parallela e mette incinta la moglie…brutta storia che ha lasciato brutti segni nel cuore : almeno leggendo lei..

    buon lunedi di maggio iniziato 🙂

  3. mah, credo che si possano amare più persone contemporaneamente, ma non con la stessa intensità o nello stesso modo…almeno per me, se amo un uomo, posso anche amarne un altro, ma un po’ di meno, o in un modo diverso. credo che l’amore nelle sue prime fasi sia totalizzante, comunque…

  4. Una persona è già una folla fastidiosa e tollerata a fatica.Due o più (insieme,poi) sono masochismo allo stato puro.

  5. Non so ecco perchè la questione non riguarda solo l’amore, la questione riguarda molte altre cose. C’è sto mito che nella vita di relazione è tutto ammore. Ma non è tutto ammore, ci sono altre parti in gioco, e l’amante è quella o quello che si accaparra la parte scappata fuori dalla relazione, esclusa dalla contingenza di un menage. Dopo di che ci sono quelli che questa parte esclusa la dilatano e le permettono di prendere altre parti che prima erano del matrimonio, e quelli che invece stanno ben attenti a non permetterla questa cosa.

  6. nel film si vede domenico che torna a casa , la moglie sta dando la minestrina al piccolo sul seggiolone, la grande (5 anni) ha allagato il bagno per far nuotare le paperelle, lui è bellobello reduce da una scopata…ma è il mercoledi, giorno di piscina..e il suo accappatoio è asciutto, allora usa quello per asciugare il pavimento del bagno…come dire, 2 piccioni con 1 fava..e la moglie lo guarda e dice potevi prendere uno straccio.
    già.
    poteva.
    poteva pure avere coraggio e dire che si era innamorato di un’altra.
    l’ammmore zauber..sai che lo mastico poco, mi dà fastidio questo uso spropositato, fuori luogo della parola.
    però se hai amato una persona devi almeno rispettarla.
    almeno questo.
    sono stata una moglie come quella del film.
    poi ho detto basta.
    mi chiedo perchè non lo si dica mai, basta.

  7. Favino è un portento.(non ho visto il film)
    L’Amore anche, qualsiasi cosa uno creda che sia e in qualsiasi momento si decida di appellare ‘amore’ una cosa piuttosto che un’altra.
    Il rispetto spesso è concetto ingombrante, quando lo spazio è tutto preso da uno strardìo di altra-roba.
    Chi l’ha mai affermato che non sia cosa crudele, l’amore?

  8. (strardìo sarebbe ‘strabordìo’…si capisce che vordì, onnò??)
    😉

  9. ” se hai amato una persona devi almeno rispettarla “, mi fermo su cosa significa rispettarla e sugli amori passati di ciascuno. Che significa rispettare? Sparire. Non dire più ti amo. Dire ho un’altra/o, è finita. Pensare: non è colpa tua, ma è andata così. Non raccontare balle. Lasciare baracca e burattini. Forse rispettare, vuol dire non sminuire ciò che si è provato, dargli il posto che merita nella propria vita. Non rinnegare pezzi del proprio vissuto e contemporaneamente chi faceva parte di quel vissuto.
    Comunque c’è un uso spropositato della parola amore. Forse perchè rassicura e giustifica sul resto.

  10. Michela a me mi piace strardìo! di prima botta ho letto “stordìo” che mi PIACQUETTE ancora di più 😀

  11. sai willy, io penso che manchi il coraggio. Appunto di dire è finita. Anna nel film lo dice al suo compagno, anche se lui fa di tutto per non sentire. Alla fine capisce che Domenico non ce la farà mai. E lo lascia all’ aereoporto, dopo un week end in marocco. Lui è convinto di amarla, le dice che una come lei non l’ha mai incontrata, ma non è vero. Aveva già incontrato sua moglie. Che era talmente tanto che se l’era sposata. Poi è arrivata Anna. Allora di questo ne vogliamo parlare? Perchè se è una botta e via non cambia nulla…ma se è una cosa che ti prende?
    ognuno, poi , si gestisce la sua coscienza come meglio crede…comunque ieri nel film le donne hanno fatto la parte delle dignitose..come sempre 🙂
    michelì..favino nudo è tantaroba ehhh :))….

  12. Come sarebbe a dire “se è una botta e via non cambia nulla”?
    Se uno vuol dare botte, vive da “bottarolo”, non si sposa, non fa figli eccetera.
    Un po’ di coerenza, cribbio.
    Io sono talmente “rigido” che a due con figli che si separano “perché è finito l’amore” risponderei: “se siete stati così deficienti in quanto marito e moglie, non siete nemmeno in grado di fare i genitori”, con tutte le conseguenze che ciò comporta.
    Esagero?
    Forse, ma tutta ‘sta “leggerezza” mi pare eccessiva.

  13. mio caro aquila..talebano del matrimonio..penso che anche quelli di cl ammettano un cedimento 🙂 e poi no sui figli non sono assolutamente d’accordo : posso essere un’ottima madre e una pessima moglie, un buon marito e un pessimo padre..sono rapporti assolutamente diversi..un marito lo incontri per strada un figlio è un pezzo di te…cambia ehhhh…….e poi dove dovrebbero finire questi poveri bimbi?….esiste una cosa che si chiama comprensione degli errori umani e un’altra cosa che si chiama fine di una storia.

    piovepiovepiove..siamo ranocchie da baciare per trasformarci in principesse

  14. Anch’io sono un pò talebano del matrimonio: avendone una concezione molto alta mi sono sempre astenuto.Non potrei mai giurare eterna fedeltà,mi sentirei un buffone peggio di quello che sono.

    P.S. Il film è stato stroncato da Badtaste.it
    Vuoi dirmi se ti ritrovi in questa recensione?
    Ciao
    http://www.badtaste.it/index.php?option=com_content&task=view&id=12956&Itemid=167

  15. ho letto la recensione. in parte sono d’accordo in parte no. La parte no è una snobberia antipatica del critico, del genere veramente io sono un intellettuale di sinistra e mi piacciono solo i film turchi diretti da registi armeni. Che si dia una calmatina e cominci a guardarsi in giro e capire com’è il mondo. I personaggi sono centrati, è la famosa gente media, quelli che vivono nelle case di periferia comprate con il mutuo, i mobili ikea, che non leggono nulla , che non gliene frega niente della politica …hanno coppie di amici come loro , che vanno in birreria, organizzano un week end in montagna all’anno..la maggioranza, mio caro Lanza. Che a leggere Carver siamo 4 gatti. Sti due poveretti s’incontrano e scopano come ricci. Normale, forse il critico è più raffinato, forse le scene di sesso sono tutte uguali, è vero, non c’è sesso orale , nè sesso anale, nè famolo strano : lui sopra, lei sotto, viceversa.
    Ma quanti sono quelli che lo fanno così? Forse tanti.
    La scena del bagno a me è parsa azzeccata, perchè i maschi non sono così raffinati nel pensare, forse una donna avrebbe bagnato tutto prima, un maschio se ne ricorda in ascensore, se va bene.
    Non è scene da un matrimonio , ma per pensare, per fare ragionamenti va bene…tanto alla serata oscar non ce lo mandiamo, ma neanche un film osannato (non da me che ho trovato una porcheriola) come baaria c’è andato, quindi ci possiamo consolare 🙂

  16. “Talebano del matrimonio”… questa mi piace.
    Più che del matrimonio, direi “della serietà”, nel matrimonio come in tutte le altre cose.
    Conosco molto bene quelli di CL: loro non ammettono il cedimento, loro SONO il cedimento fatto persona, e non solo sul matrimonio.
    Tu dici che si può essere una buona madre o un buon padre e una pessima moglie o marito?
    Sì, certo, ci mancherebbe altro.
    Anche i talebani – a sentire Strada – sono brave persone… Poi magari escono e vanno a gasare le donne che stanno studiando in una scuola, ma saranno sicuramente bravi genitori…

  17. Il film, che avrei voluto vedere ma che non ho visto causa impedimenti fisici, è stato stroncato anche da una mia amica blogger, che lo ha bollato tout court come “la solita storia di infedeltàconiugali”.
    Ma la realtà non è mai tutta bianca o nera.
    Ci sono le sfumature.
    In un periodo, breve, della mia vita, mi è successo di provare sentimenti per due persone che, in qualche modo, “insieme” avrebbero costituito l’uomo perfetto.
    E’ stata solo una brevissima fase.
    Poi la scelta, la felicità sofferente e lui che mette incinta sua moglie mentre eravamo in crisi.
    Se era di me, che parlavi prima, ti garantisco che quella faccenda mi ha lasciato dentro segni molto pesanti.
    ma poi, si sa, tutto sfuma.

  18. era di te, ma ovviamente non mi sono permessa di citarti…
    lo so., cara, che ti ha lasciato segni molto pesanti…
    la tua amica chissà come avrà mai bollato scene da un matrimonio di bergman 🙂
    ciao nì…in effetti è un film di corna…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...