Ma voi verrete lo stesso, lo so. E vi innamorerete, lo so. Alle mie amiche marmottine supplì .

Dei postulanti che ogni giorno, a qualunque ora, vengono vomitati da autobus granturismo sui marciapiedi di torino , non vi so raccontare granchè. Neanche del telo che ha avvolto un poveraccio morto male so raccontare granchè , quindi chi fosse interessato all’argomento deve necessariamente andare da altre parti.

Di più, molto di più, conosco e so raccontare del salone del libro, ormai enorme ventre di balena che inghiotte migliaia di persone bambini vecchi meno vecchi, animali no, non possono entrare.

Penso di non averne saltato  neanche un’edizione, dalla prima, piccina, quasi una grande libreria.

Ogni anno mi dico adesso basta, quest’anno che ci vado a fare al salone, tanto neanche fanno lo sconto, gli schifosi : almeno da feltrinelli sliccano la carta blu e ogni tanto venti centesimi te li tolgono : al salone venti euro costa venti euro paghi.

Un anno ho pure rubato dei libri, ecco. Era ancora il periodo che si poteva fare, pochi cani mastini all’ingresso delle isolette e frrrrrr i libri scivolavano nei sacchetti che era una meraviglia : jurassico del salone del libro : scodartevelo, ora.

Le conferenze sono adatte a svaccarsi su seggioline scomode di plastica rossa, o gialla, o blu, l’audio è pessimo, gli scrittori stanchi.

L’unica diversa fu l’anno che andavano di moda gli scrittori sudamericani, e addirittura fecero una jam session di parole all’auditorium del lingotto con luis sepulveda, daniel chavarria e qualche altro : l’apotesi di un orgasmo collettivo,  la volta che decisi che luis sarebbe stato il mio amante immaginario, a me che piacciono gli uomini un po’ alti, lui tracagnotto, vagamente indio, con quella voce cantilena degli spagnoli che parlano italiano ehi chica come stai ?, guerrillero sul serio mica architetto prestato alle molotov, insomma, lui.

Ho anche esperienza, per chi fosse interessato, ai laboratori per bambini, dove puoi lasciare il tuo bambino a giocare, disegnare, guardare libri, mentre tu , un po’ affannato, saltelli dai vari editori a cercare il libro che ti cambierà la vita : violetta ha sempre apprezzato molto : c’è da dire che lei è una che si trova bene anche in un campeggio scout in mezzo ai boschi : inadatto ai bimbi paurosi, piagnoni, e che se non c’è mammapapànonnatata sempre a portata di mano urlano come la bambina dell’esorcista.

L’aria è asfissiante, il rumore di sottofondo notevole, se andate di mattina ci trovate le classi portate a pascolare, anche se hanno padiglioni loro escono sempre dal recinto, ogni tanto qualche orchestrina pagata dagli editori suona e canta : una volta pure gli andini con il pueblo unido : fu emozianante, un che di rivoluzionario , laddove gli operai sputavano sangue costruendo macchine, la rivincita dei proletari.

Perchè il lingotto è ancora impregnato di quei fantasmi : se alzate gl’occhi, potete vedere i blindo a vista, i pavimenti sono originali, con strisciate di catrame lasciate ad hoc : d’altronde renzo piano mica è cretino, no ?

Quindi restatevene  a casa, per favore. Restatevene nelle vostre città, andate da mondadori, da fnac, dove volete voi, fate il giro dei banchetti con i libri ben esposti, ma lasciate perdere il salone del libro.

Perchè il salone del libro sta ad un malato di libri come l’eroina sta ad un tossico : è per sempre, è talmente bello respirare quell’odore che non ve lo scorderete mai, è  quell’aria calda che vi fa maledire di esservi messi un golfino che si respira sotto centinaia di faretti, è un’orgia per gl’occhi che non ce la fanno a guardare milioni di copertine colorate, è un’ esplosione per il vostro cervello che mai potrà dimenticare i miliardi di parole che si leggono nei risvolti di copertina, è il male delle mani che portano sportine di plastica tagliente piene di cataloghi preziosi.

Lasciate perdere, finchè siete ancora in tempo.

Per me, ormai, è troppo tardi.

Annunci

18 risposte a “Ma voi verrete lo stesso, lo so. E vi innamorerete, lo so. Alle mie amiche marmottine supplì .

  1. Scordatelo, cara. ho già pronta la maglietta leggera, le scarpe comode (per quanto ormai possa trovare comode delle scarpe con ‘sti piedi dannati) e il trolley per i libri. ho la macchina fotografica con le pile cariche, naso e orecchie puliti pronti a captare tutti gli odori e i rumori.
    ma soprattutto, ho pronta la voglia di fare una scappata a torino per rivedere un pò di gente, per un giorno, un’ora, un attimo, che tutto sommato il salone del libro è solo una scusa, buona, ma una scusa.
    bacibà

  2. allora sia, pipù. te ne tornerai a modena innamorata, dei libri e di noi 🙂
    p.s. posso usare il tuo trolley o ognuno si porta il suo tipo villeggianti pitupitù?

  3. p.s. guarda che qui fa freddino…ci sono 8 gradi, hanno riacceso i termosifoni nelle case…

  4. è previsto un vestiario a strati, maglietta leggera, maglioncino, impermeabile, sciarpa…
    sapendo che anche Nico ne ha programmato uno, direi che potremmo fare 2 trolley in 4

  5. brrrr io oggi ho freddo anche qui…avremo pioggia tutta la settimana. non vedo l’ora di partire, però….

  6. oggesù, che sono senza trolley…

  7. non ci sarò, malediziònen.
    (ma che bella questa tua dichiarazione d’amore però, Minnie-Mou)

  8. sono innamorata dei libri, michelì …e il salone è per gl’innamorati 🙂

    any..ci sono i trolley di pipù e animuccia…ORGANIZZATE ….

  9. comunque meglio il brutto tempo, che se l’unico sabato di sole di tutto maggio deve essere quello che io passo chiusa al Lingotto, mi ci inkazzolo pure un pochino

  10. Quoto Michi.
    Malediziòn.

  11. nessuna nessuna possibilità roberto di venire anche tu ???

    pipù speriamo faccia bello almeno venerdi sera che ci facciamo l’apericena sotto i portici di via po…con la gran madre sullo sfondo illuminata..c’est tres chic 🙂

  12. La sottoscritta Perla con il marito Gangster saranno a Torino addirittura da giovedì sera, e così penso che sarà salone del libro subito da venerdì mattina, il tempo di cenare con le amiche. La mia libreria trema, mentre io fremo.
    Magari ci passiamo vicine…

  13. Detesto tutti i luoghi che contengono più di dieci persone.

  14. peccato Lanza..era l’occasione per vedere quattro strafighe al salone del libro ehhhhh 🙂

    ciao perla..noi ci saremo sabato…

  15. eddaaaai robeeeertoooooooo

  16. Eh? Uh? Dite a me?
    No, è che in questo weekend sono in versione-papino.
    (che, allo stato attuale delle cose, significa restare a casa commentando “questa casa non è un albergo” ad ogni passaggio della figlia)

  17. Uh che sfigherrima!
    Non sarocci malediziòn pure io ma penseròtti intensamente e Pipikke pure:)

  18. Pipikke si divertirebbe un sacco, Zauberilla…

    dispiace Robbyyyy…….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...