in debito con Giorgia

I racconti migliori che ho scritto, quello che è stato pubblicato, e qualche altro che i miei maestri di holden hanno ritenuto degni di appartenere a una qualche forma di scrittura sensata, sono nati partendo da una canzone.

Anche quest’ultimo, che voi avete letto in forma cicciona , nasce ascoltando una bellissima canzone di Giorgia, Per fare a meno di te, che ascoltavo in modo compulsivo sabato distesa su un divano rosso.

E mi è venuta l’idea di scrivere la storia di una che cerca una via d’uscita da una storia , adattandola al tema del concorso di holden.

Ho  pensato che lei fosse assente dal racconto, non lo raccontasse in prima persona, che se ne fosse già andata via, pur rimanendo al centro delle parole.

Non sempre i racconti sono autobiografici, anche se una parte di noi da qualche parte necessariamente si riflette , ma poi i personaggi hanno una loro vita, pensano ed agiscono in modo autonomo.

E quando scrivi un racconto che ti si adatta come un guanto lo avverti subito, capisci che è giusto così, lo sfili un po’, togli qualche rococò, ma è buono alla prima : è il racconto che volevi scrivere.

Chissà se anche a voi succede così………….

Annunci

Una risposta a “in debito con Giorgia

  1. cavaliereerrante

    Sì, succede proprio così !
    Ciao, Cristina .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...