mignotte-in-converse

Violetta è una ragazzina di 18 anni che di regola veste jeans, converse bucate e giacchettine indie. Capelli legati, occhi truccati di nero . Una ragazzina come tante.

Qual è la molla che fa scattare nel cervello di un vecchio con mercedes di avvicinarsi alla fermata dell’autobus e chiedere a questa ragazzina

quanto vuoi?

Emulazione verso il vecchio porco che sta a Palazzo Chigi?

Eppure Violetta è distante anni luce , anche fisicamente, da un’olgettina.

Qual è l’arroganza che spinge un uomo a tirare giù il finistrino della mercedes e pensare che quella ragazzina che ha ancora qualche brufoletto da adolescente possa essere acquistata?

la risposta di Violetta è stata : non sono una mignotta.

Lui ha risposto ah .

E poi se n’è andato.

Come se niente fosse.

Pronto a ritirare giù il finestrino ed essere più fortunato.

Violetta e le sue amiche ridono e dicono mignotteinconverse : ovvero inesistenti.

Vorrei che quell’uomo e tutti gli uomini che si sentono in diritto di poter comprare un giovane corpo sentissero le risate di queste giovani donne, con quale disprezzo li chiamano vecchio con mercedes.

Forse si vergognerebbero .

Forse.

 

Annunci

11 risposte a “mignotte-in-converse

  1. forse Minnie.
    Tra i guasti grandi di questi anni c’è l’eliminazione della vergogna da parte di chi ha il denaro.

  2. sono stati fatti danni enormi in questi anni. E’ stato fatto passare per normale cose che normali non sono , ci dicono che siamo bacchettoni invece siamo solo persone con un’etica, con un senso dei propri doveri e di dove stare.
    uno di oltre 70 che dice di avere una fidanzatina fa pena, è ridicolo, è fuori tempo e luogo : così come sono patetici i suoi difensori, tutti arrampicati sugli specchi.
    passerà : se non altro per una questione puramente fisica anche questo omuncolo se ne andrà.
    e si dissolveranno anche gli arrampicati sugli specchi, che non hanno nessun spessore.

  3. Non sarei così ottimista: queste cose le avevamo pensate anche quando Craxi se ne andò a casa.
    E’ che l’arroganza cafona ormai è sdoganata, è trendy.
    Un’Italia in cui potersi anche vagamente riconoscere, temo non la vedremo più.

  4. Ottimista non lo sono nemmeno io, però senza estremismi che finiscono solo per agevolare la poltiglia etica ed intellettuale di chi ama questo stato di cose.
    Il tipo d’uomo che descrivi è sempre esistito e non ha tessera di partito in tasca. Per cento diciotenni che ridono, ridicolizzandolo, del “vecchio con mercedes” ce ne sono almeno un 10% che spera in un incontro così per “fare un po’di grana”: negarlo non serve e nemmeno usare neologismi può aiutare una società che invece è piena di mignotte in converse o in jeans e tacchi a spillo. Gli atteggiamenti personali sono fortemente influenzati dalla cultura del periodo ( in senso stretto e lato) e comunque ho sentito spesso le critiche più accese venire da personaggi perlomeno dubbi. Non è il tuo caso ovviamente.

  5. a me dà fastidio questa mancanza di pensiero : una ragazzina alla fermata dell’autobus, in atteggiamento non equivocabile, neanche vestita in modo appariscente, con il suo zaino per i libri, le cuffiette dell’ipod, che segnale manda a uno che passa in macchina? di essere una mignotta? di essere lì per fare affari? di essere lì a tua disposizione?
    no.
    e allora tu, che hai la tua bella età della ragione, dovresti saperli leggere i messaggi che gl’altri mandano, e non sentirti autorizzato a chiedere quanto vuoi?.
    il signore con la mercedes non è cresciuto a pane e maria de filippis, è cresciuto in un’altra epoca e sa benissimo come ci si comporta.
    Ma visto che adesso si fa passare per normale ciò che normale non è, lui si adegua e tira giù il finestrino anche quando non lo dovrebbe fare.
    come le api quando hanno perso il senso dell’orientamento e vagano senza riuscire a tornare nel loro alveare.
    alla fine muoiono.

  6. Mi piacerebbe intervenire nella vostra discussione, così ben argomentata, ma mi viene solo da vomitare. dentro la mercedes, magari

  7. castriamo i capri espiatori.

    (che, in modo meno sintetico significa: i maiali ci sono sempre stati, gli imbecilli anche e in molti uomini ignoranti od ignorati dimora un abbozzo di presidente del consiglio)

  8. e’ che una volta erano maiali che sapevano di esserlo, adesso si considerano uomini che sanno godersi la vita

  9. tra i castrati e i maiali che si credono qualcosa di diverso andiamo benissimo 🙂

  10. a me l’idea di vomitare dentro la mercedes piace tantissimo

  11. che cosa bruttissima… è vero che succedeva anche prima, anzi mi hai fatto tornare in mente che anche quando avevo 17-18 anni io mi capitava di essere abbordata da persone di una certa età… non ricordo se proponessero pagamenti, ma abbordavano, sì. e certo non ero appariscente o vestita in modo particolare…ma adesso come dice pipuffa pensano che sia sdoganato tutto, e di sapersi godere la vita, sono le ragazzine secondo loro che non sanno come gira il mondo. e purtroppo quello che si vede in giro da’ segni notevoli di deterioramento, devo dire: guardavo giorni fa delle riviste vecchissime che avevo ancora in casa, roba anni ’75-’80 per intenderci. nessuna ragazza della pubblicità, fosse pure di biancheria intima, o modella, aveva queste tette assurde che oggi pare siano un must: tutte di misure normali, erano. ora pubblicità e televisione ci hanno messo in testa, magari a colpi di photoshop, che devi avere almeno una quarta ben esposta. e allora adesso si fanno regalare l’intervento di chirurgia plastica a 18 anni. e il cattivo gusto nel vestirsi, ne ho scritto tempo fa perchè mi colpiva come particolare: scollature, tacchi a superspillo, roba aderentissima, insomma il mignotta-style impera, è lo stile proposto. torno ora da amsterdam, non ne ho vista una, conciata così – è la nostra cultura che si sta deteriorando sempre di più, il modello proposto da chi ci governa e dalle sue televisioni – vecchi con la mercedes che possono comprare tutto, e ragazze che sono disponibili a vendere tutto. che disgusto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...