poi c’è anche chi dice che i numeri non sono veri, che le statistiche sono opinabili. questo post non è per loro.

400mila. quattrocentomila.

questo è il numero denunciato da Spettatori e vittime : i minori e la violenza assistita in ambiente domestico , rapporto di Save the Children con il supporto si Cismai , Coordinamento Italiano servizi contro il maltrattamento e abuso dell’infanzia.

L’Istat ha contato 6 milioni e 743mila donne tra i 16 e i 70 anni vittime di violenze , 690mila di queste l’hanno subita in casa e avevano figli.

400.000 bambini che erano presenti.

Per ogni storia c’è un piccolo spettatore.

La chiamano violenza assistita intrafamiliare.

Calci, pugni, schiaffi, urla, piatti spaccati, porte aperte a spallate, minaccia di morte o di rapire i bambini, violenza economica e psicologica, conti bloccati o controllati, donne a cui si impedisce di lavorare o a cui si estorce lo stipendio, isolamento dalle amiche e dalla famiglia di origine.

Classi sociali : tutte.

Compresi avvocati, medici, magistrati, diplomatici, liberi professionisti.

Papà entra in casa e gli spio la faccia. Trattengo il fiato sempre, ma se ha gli occhi rossi di più. Non vorrei disturbare. Non vorrei mai disturbare.    Elena.


Annunci

6 risposte a “poi c’è anche chi dice che i numeri non sono veri, che le statistiche sono opinabili. questo post non è per loro.

  1. Conosco questo dramma, non ne conoscevo i numeri.
    (l’ultima frase, dalla voce di Elena, ha tirato fuori il magone dal mio cuore allenato)

  2. sai Cecilia io non sono stata una bambina picchiata, nè ho mai visto i miei genitori litigare, o insultarsi, o titare un piatto. ho visto la malattia, che mi ha lasciato l’idea di morire sempre. Eppure il dramma dei bambini maltrattati è una mia piccola crociata, non si può starne fuori, far finta di niente.
    ho letto due libri di concita de gregorio sulla violenza verso le donne, di quelli che fanno male dentro. quelli sulla violenza ai minori me li risparmio. vigliaccamente, lo so.

  3. ho un compito serio nell’aiutare i bambini.
    Il tema (tema?) è un altro, la pedofilia.
    Non sono una brava persona, forse agisco anche per una sorta
    di vendetta, per liberarmi dagli orchi.
    Mi occupo di scovarli in internet e di denunciare i siti o le persone.
    Spesso m’imbatto in immagini o video insopportabili, ma mi succede
    una strana cosa: divento morta e non sento nulla, solo una forza strana
    che mi spinge a continuare e a scavare, trovare, difendere.
    Cerco di difendere i bambini e le bambine come lo ero io.
    Una goccia piccolissima, ma fanculo alla retorica e all’immobilismo ipocrita.
    (ora basta che io non son mica tipo da scrivere commenti sui blog 🙂

  4. Difficile trovare obbiezioni a questi dati. Bel post.

  5. terribile. che altro dire. grazie, cecilia….

  6. per me il numero delle violenze in famiglia è superiore al dieci per cento, ci sono m olte cose che l’Istat non riesce a rilevare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...