amorini finitini.

gironzolo per la rete in questa sera di luglio poco luglielsca e m’imbatto in un blog che si chiama ho un cancro – diario di una malata coccolata, viziata, fortunata e molto amata.

è una ragazza di 34 anni , con un cancro partito dal seno e adesso ha metastasi ai polmoni.

34 anni.

noi nei nostri post raccontiamo cazzate,di amorini finiti o altre amenità di pari grado,  lei parla di chemio, di dolori alle braccia, di tac, di morfina, della sua mamy, del suo fidanzato , delle sue amiche, dei suoi dottori, del bed and breakfast che vuole aprire quando sarà guarita.

anna staccato lisa, si chiama.

nothing else

q8MkIGeqEk4

Annunci

6 risposte a “amorini finitini.

  1. A me è invece capitato di leggere, pochi giorni fa, il blog di un medico che raccontava la sofferenza dei suoi pazienti e in particolare la morte di una persona. Il rapporto che si crea.
    Ho pensato più o meno quello che hai scritto tu.

    Non cerco alibi. Non ho alcuna coda di paglia.
    Però ho la sfortuna di conoscere la sofferenza e vederla ogni giorno in una persona che mi sta più che vicina e che per certi versi accudisco.

    Quindi a volte ho bisogno anche di pensieri un po’ più leggeri. Di scrivere fregnacce. Senza perdere il contatto con la realtà. Che comunque mi aspetta sempre lì. Oltre il pianerottolo di casa.

  2. eppure amica cara la vita è questa. amoroni e amorini, la voglia di un vestito nuovo, il diverbio con un’amica per qualche stupidaggine, i figli che fanno stupidaggini che in fondo sono solo stupidaggini e ti arrabbi incredibilmente, l’irritazione se ti accorgi che al mattino manca il caffè… è la vita che ci reclama, esserci e sani non basta a nessuno, anche chi esce da una chemioterapia ne gioisce per un po’ ma poi riprende a pensare alle mille cazzate di tutti i giorni. sarà un meccanismo protettivo, non camminiamo come se stessimo sulle uova. ma è vero che comunque bisognerebbe sempre cercare di dare un peso alle cose, ridimensionare bisogni, aspettative, irritazioni, quando diventano illogici. siamo in effetti sospesi, e non bisogna perdere tempo a irritarci per stupidaggini….

  3. avete ragione. viviamo tutti così…viviamo la quotidianità del panettiere, del macellaio, degli amorini, fino a che vai a farti la solita mammo annuale e scopri che la tua vita non sarà più quella quotidiianità. o ti viene una crisi epilettica fuori dalla palestra e ti aprono il cranio come una scatola di tonno e scoprono che il tuo cervello da 10 anni è avvolto da un alien : stavolta è andata bene, ma tu dentro non sei più la stessa.
    piove. neanche luglio 2011 è uguale a luglio. 🙂

  4. Piove anche qui da me e questo di certo non aiuta a sollevare l’umore. Per lo meno io in questo periodo faccio un po’ fatica. E, come dici tu, neanche questo luglio 2011 è uguale a luglio.

    A me… sembra una ciofeca… 😉

  5. piove anche qui, tempo freschetto – per me va bene, il caldo mi atterra….in attesa che, inevitabilmente, qualcos’altro di definitivo mi atterri definitivamente, ahimè unica certezza….

  6. Io sto lavorando e non prevedo ferie.
    Quindi se non fa troppo caldo per me è anche meglio.
    Però… almeno il fine settimana vorrei andare un po’ al mare.
    Il mare a me fa bene. L’umore si risolleva e vedo tutto con più ottimismo.
    Sole, mare e libri da leggere. Ecco. Non chiedo molto di più (ma che palle che sa raccontare Maria anche a se stessa…. vorrebbe di più…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...