barrabàs arrivo in famiglia per via mare, annotò la piccola Clara con la sua delicata calligrafia.

l’11 settembre 1973 pinochet e gli amerikani intrappolarono il cile e i cileni in un campo di concentramento a cielo aperto.

morirono migliaia di persone, molti fuggirono, altri furono contenti e fecero business. ci furono manifestazioni, sit in, indignazione ma erano i soliti comunisti, kissinger, il macellaio del vietnam, premiato con il nobel per la pace, difendeva le montagne incinte di rame, gli affari , le banche.

il fatto che in nome del dollaro morirono uomini e donne non sconvolse e non sconvolge gli uomini che comandavano e comandano, la chiesa continuò ad assolvere , dare la comunione, unire in matrimonio, battezzare, incensare, i gerarchi cileni, così come fece con i nazisti, così come fece con i gerarchi mafiosi.

il titolo del mio post è l’incipit della casa degli spiriti, uno dei miei libri del cuore. amo gli scrittori cileni, la allende dei primi libri, sepulveda che era alla moneda con il presidente fino all’ultimo, coloane, che racconta degli uomini di mare, molto mi piace anche marcela serrano, e sto leggendo il suo ultimissimo libro, dieci donne.

e oggi, che tutti ricordano ground zero, io voglio ricordare i cileni, e guardo la foto della giovane camila vallejo con la sua sciarpa rossa i capelli lunghi il pugno fieramente chiuso e alzato che mette in difficoltà il governo cileno.

c’è speranza in cile, c’è camila e i suoi amici che sono fieramente comunisti, laddove comunista non vuol dire repressione e chiusura ma futuro e condivisione di ideali.

noi, qui, guardiamo un po’ invidiosi a camila, poi i nostri occhi si posano su giorgia meloni e ti viene un po’ da piangere.

Annunci

5 risposte a “barrabàs arrivo in famiglia per via mare, annotò la piccola Clara con la sua delicata calligrafia.

  1. un nodo alla gola, non proprio da piangere.
    m forse è anche peggio,
    se piangi ti liberi.
    il nodo alla gola non passa e resta la rabbia e il disgusto.

  2. Grazie Roberto per questo video. Spero che tutti quelli che passeranno di qui si fermino e dedichino 10 minuti del loro tempo a guardarlo. Sarà un tempo speso bene, molto bene. E guardate il faccione del macellaio K che stringe sorridendo la mano del macellaio P…c’è sangue che scorre tra loro. E odore di carogne putrefatte.
    Ciao Maria, era una lincenza poetica ..che piangere VERAMENTE per la meloni……
    buon lunedi, compagni 🙂

  3. ma non credere, ci abbiamo pensato in tanti, all’11 settembre come anniversario di quello, piuttosto che di ground zero….buona settimana a te, ci sentiamo presto 🙂

  4. ciao Nico, è una bella cosa questo sentire tra noi..:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...