il romanzo è una storia d’amore, il racconto una notte di passione

così dice Ammanniti a chi ha avuto la pazienza e l’allegria di ascoltarlo sabato pomeriggio. veramente, dice sempre Ammaniti, avrebbe voluto scrivere una scopata, ma poi ha cambiato idea, che in fondo da uno scrittore ci si aspetta sempre un guizzarello più più…

a parte Io e Te  di Ammaniti non ho mai letto niente. per una presa di posizione, per un tanto a me la storia di un bambino in una buca non mi attizza, vabbè Ammaniti, si però mica si può leggere e comprare tutto, Ammaniti brrrrrr dice il mio maestro holden insieme a Mazzatini brrrr : marchette, dice.

eppure la sua raccolta di racconti me la sono comprata, perchè questo si è sbattuto per due ore a farci ridere leggendo un suo racconto  Un uccello molto serio (leggetelo, merita, e leggetelo cercando di mettere nelle frasi quell’intonazione romana, non quella pesante, quella più colta, meno sbracata. Oppure telefonate ad un amico romano e fatevelo leggere da lui : riderete in due) e mi ha messo la voglia.

uno al salone dei libri può anche non andare, dicendo cazzomene e l’alzatina di spalle : fa bene, in effetti, ce lo godiamo noi, eterni libridipendenti e amanti delle parole raccontate, anche degli spagnoli con l’andamento lento e il paso doble.

ho capito perchè amo scrivere racconti : ha ragione Ammaniti, i racconti te li vivi in un attimo, come una notte di passione, te li scrivi nella testa e poi li metti su word, un romanzo ha bisogno di tempo e della luce del giorn

al prossimo salone, a torino.

io ci sarò, per farmi una scorpacciata di cataloghi , parole, bella gente.

e chi non è venuto, please, continui a non venire 🙂

 

 

 

 

Annunci

10 risposte a “il romanzo è una storia d’amore, il racconto una notte di passione

  1. racconta, racconta… ché sei bravissima.

  2. e tu non venire al salone ehhhh 🙂

  3. non venite che siamo già in tanti!

  4. C’ero anch’io ed è stato fantastico.
    Il racconto, poi, è stato esilarante……..
    Buona giornata,
    Luciana

  5. e non andate (ma questo è serio) a mangiare all’angolo di Parin…2 ore per un antipasto, vero pipù 🙂
    potevamo incrociarci luciana !!!!!

  6. ehi io ho saltato un giro ma mica sparisco per sempre, eh!!

  7. come dicevano tra loro i trecento delle Termopili: io c’ero, ma il prossimo anno andiamo al mare.
    L’angolo del Parin era delizioso, da gourmet dell’attesa ed io sono stato benissimo. Colpa Vostra.

  8. eh no Nì…prossimo anno ti aspetto…….
    che dire Willy…forse perchè noi ce l’abbiamo sotto casa, è un po’ una maledizione, sai che c’è , magari dici quest’anno vado al mare…al mare? pensi…al mare?..già lo diceva qualcun’altro che poi era meglio fosse rimasto. e allora noi rimaniamo, torniamo a riempire gli zainetti di cataloghi, e a sederci sulle seggioline di plastica a respirare parole. al mare si va, poi.

  9. C’è mare e mare.
    E adesso la colonna romana te la organizza sul serio una gita al mare, così imparate.

  10. porto il canotto ???…….qui piove da due giorni che tra un po’ le rane usciranno dai tombini 🙂
    quando a roma ??????……..innamorata attende risposta :)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...