pane e nutella

la crisi la tocchi ad Alassio, quando camminando nell’acqua e superi uno stabilimento dietro l’altro e ti fanno notare le sdraio chiuse e gli ombrelloni avvolti  su loro stessi. la tocchi nei negozi del budello, semi vuoti nonostante i vistosi cartelli di sconto, la tocchi nei cartelli polverosi con scritto vendesi e affittasi, la tocchi quando la bambina chiede alla mamma il pezzo di pizza dopo il bagno e lei risponde meglio un ghiacciolo.

e la ritrovi tornando a casa, e non trovi parcheggio, e ti chiedi se per caso ti sei persa nella macchina del tempo, se si è già a settembre.

e poi vieni all’imbarchino, dove ci sono i tavoloni con gli attacchi per i pc, e le frasche a riparare dal sole, e joni mitchell che canta qualcosa che arriva da lontano, e un ragazzo sta parlando in americano via skype, e altri stanno preparando esami,  e davanti hai il fiume che scorre, e sull’altra riva , sotto grande querce altri giovani distesi all’ombra amoreggiano.

è bella Torino anche con la crisi, anche senza parcheggio, e adesso apro un word e comincio a scrivere i racconti per settembre per holden.

ogni tanto passa Violetta , con il suo grembiulino da camerierina, gl’occhiali e i capelli alla Lisbeth, e mi sorride di sottecchi, la sua mamma in mezzo ai ragazzini scrive, e lei porta un caffè d’orzo imbevibile e acqua naturale :

forse è per questo che non sarò mai una grande scrittrice :

bambina, porta del rum .
 
http://www.imbarchino.it
 
 

 

Annunci

8 risposte a “pane e nutella

  1. cavaliereerrante

    BUON FERRAGOSTO … @Cristina … comunque e dovunque sarà, t’ auguro che sia, se non buono, buonissimo ! 🙂
    La crisi … la si tocca anche quando, dopo aver tolto la polvere ai cartelli “vendesi/affittasi”, o lanciato un ultimo sguardo a cabine/sdraio/ombrelloni desolatamente chiusi e in vana attesa, o osservato strade deserte … ci si guardi allo specchio e, anche il quell’ immagine sincera, uno/una trova rigorosamente il niente … oppure il cartello “già venduto” ! 😦
    Tu, col tuo rum ( ah … il caffè d’ orzo pussa via, diamolo ai micetti ) … coi tuoi fogliacci da scribacchiare, col tuo stare come a casa in mezzo a ragazzini che osservi con materna tenerezza …. mentre la bella e dolce @Violetta, coi capelli alla Lisbeth ed il suo grembiulino lindo, passa fra i tavoli e ti strizza l’ occhio … questo tipo di crisi NON la proverai mai .
    La recepirai, questo sì …. la potrai maledire e combattere poichè c’ è tanto di balordo in essa e offende, non i cialtroni che continuano ad arricchirsi ansiosi di portarsi all’ inferno il maltolto, bensì la povera Gente, quella che paga sempre, quella cui la Storia non accenna mai nei suoi fasti e nefasti … ma, al primo accenno di un accorato assolo di voce di @Joni … ti verranno in mente, ne sono sicurissimo e non temo smentite, quei verdeggianti versi di un tempo, quando, ascoltandoli, nello splendore della nostra perduta/non perduta giovinezza, sospiravamo … ripetendoli …
    “Ma se la radiosa luce d’ una volta
    …. tanto negli sguardi è tolta,
    se niente può far sì che si rinnovi
    all’ erba il suo splendore,
    della sorte noi non ci dorrèm
    ma ognòr più saldo in petto
    godrèm di quel che resta .” …..
    Un abbraccio @DeliziosaMinnie …. Torino è veramente bella, ora ! 🙂
    @Cavaliereerrante

  2. grazie Cavaliere, auguri belli anche a te…ovunque tu sia, a Roma o da qualche parte. Stasera vado al cinema all’aperto, perchè si sono riscoperti anche i film proiettati sui teloni e le seggioline di plastica…ne sarà felice, da qualche parte Nicolini 🙂

  3. (caffè d’orzo imbevibile è una tautologia. ma come fa l’orzo ad essere bevibile?)

  4. @…rob, sono passata (purtroppo) nelle fila di coloro che assumono orzo al posto del caffè.
    un vecchio amico mi ha detto: attenta, oltre questo passo ti aspetta l’orzo al ginseng…e poi sarà la fine…
    🙂
    ciao minnie, la scuola holden, ti giova, è tanto che volevo dirtelo…scrivi veramente molto bene!!!

  5. cavaliereerrante

    @Renato Nicolini ….
    Nella fretta di non farti mancare i miei auguri, cara Minnie … dopo aver letto il tuo bel post, m’ era sfuggito il tuo accenno a @Renato … una persona bellissima ( io, l’ ho conosciuto bene … ) ed un architetto di valore, dotato poi di grande e geniale fantasia … Aveva infine una simpatia innata, un carattere estroverso, sorridente …. e avrebbe potuto fare, per meriti suoi, una carriera strepitosa e accumulare soldi ovunque !
    Ma, per i suoi ideali, scelse il PCI, quello di @Enrico Berlinguer, e decise di stare, lui che dalla vita aveva avuto tutto, dalla parte di quelli che, al contrario, dalla vita avevano ricevuto assai poco … per non dire niente .
    Eppure, quando a Roma si installò come Sindaco votato dal PCI @Argan … il grande Storico dell’ Arte si ricordò di quel bel ragazzo romano sognatore e lo chiamò per assumere la carica di Assessore alla Cultura del Comune di Roma, incarico poi confermatogli dal più nobile Sindaco che Roma abbia avuto, il comunista @Petroselli … In quei pochi anni di grandi fermenti, sostenuto dai Dirigenti del partito e dal plauso di tantissimi cittadini romani, @Nicolini trasformò la città eterna in una città assai più vivibile e gioiosa con indimenticabili spettacoli estivi, dimostrando che si può essere saldi negli ideali, seri nelle scelte esistenziali, eppure costruire con la fantasia ragionevole un mondo sorridente, più umano … che fu chiamato “effimero”, ma che tuttora fà maturare i suoi frutti e fa crescere le persone !
    Altri tempi, altre stagioni …. ed ora che è morto, pochi si ricordano di quel geniale architetto che insegnò a non pochi a vivere meglio e soprattutto a sorridere alla vita ‘anche con poco’ .
    L’ averlo Tu ricordato, @Cristina, ti fà onore …. ed anch’ io concordo con te : @Renato avrà sorriso … e sarà stato felice, vedendoti prendere la seggiolina di plastica e farti largo in uno spazio aperto dove fra poco, su un telone bianco, sarebbe venuto a recitare il sogno ! 🙂

  6. grazie arya :)…..fanno bene i complimenti, perchè chi scrive (anche se non bisognerebbe dirlo perchè siamo nati per soffrire e non fare le principesse ) un po’ narcisista è …e ti danno la forza (i complimenti) per dire allora vai avanti, non essere pigra, trova storie sotto la sabbia, e tirale fuori 🙂
    ciao cavaliere…….
    rob..è BUONISSIMO il caffè d’orzo , arriverà anche il tuo momento , tze !

  7. Si. Quando varcherò la soglia di Villa Arzilla.

  8. La crisi si vede anche nella mia parte di Stivalonia, con gli ombrelloni chiusi… fortuna che ci sono i russi, con la loro pacchianeria e le carte da 200 euro, e le ragazze ventenni che si fanno portare fuori dal coglione sessantenne di turno che pensava fosse amore ed invece non era neanche un calesse. Tutt’al più una velata minaccia – o mi sposi o non te la do. La Gradisca si rivolterebbe. Buona scrittura, Minnie…. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...